28 settembre 2020
Aggiornato 12:30
Calcio

Zeman: “Allenare Balotelli? Difficile gestirlo”

Il tecnico ceco è scettico circa la buona riuscita del lavoro con l’attaccante bresciano del Milan

MILANO - Come sempre molto schietto e diretto, Zdenek Zeman, ospite alla Domenica Sportiva, ha parlato di Mario Balotelli, attaccante del Milan in ombra anche nei minuti giocati durante Milan-Udinese: «Hanno provato in molti a gestire questo calciatore - afferma Zeman - e non ci è riuscito quasi nessuno, sinceramente non so se io potrei riuscirci, è veramente complicato lavorare con lui. Non so come mi comporterei io, anche se indubbiamente non si può discutere Balotelli tecnicamente».

Acquisto inutile

A prescindere dalla gestione dell’uomo Balotelli da parte degli allenatori, ad oggi il ritorno dell’ex interista a Milanello si sta rivelando alquanto inutile: un gol in campionato (nella vittoria di Udine di un girone fa), uno in Coppa Italia su rigore contro l’Alessandria, un lungo infortunio legato alla pubalgia, tanti ingressi dalla panchina per pochi minuti in cui ha collezionato qualche tiro dalla distanza, un paio di ammonizioni, il tutto nell’indifferenza generale. Ha ragione Zeman quando dice che tecnicamente è assurdo discutere Balotelli, ma se per affermarsi a grandi livelli bastasse la tecnica, Alvaro Recoba avrebbe vinto almeno tre palloni d’oro nella sua carriera. Mihajlovic sta dando un’impronta, la sua impronta, al Milan, sta puntando più o meno sugli stessi 12-13 giocatori per amalgamare meglio il gruppo e tentare l’assalto (difficile) al terzo posto; Balotelli, da questa ristretta cerchia di titolari, rischia di uscire presto.