20 ottobre 2019
Aggiornato 00:00

Nibali: «Al Tour vi farò divertire»

Sabato al via la Grand Boucle con l'italiano protagonista: «Quello che ha meno pressioni di tutti è Contador, perché ha già vinto il Giro. Uno scalino sopra a tutti metto Quintana, subito sotto c'è Froome. Ma attenti anche a Rodriguez, che sta molto bene»

MILANO - «Stare un anno senza vincere è dura, ho ritrovato le sensazioni che conoscevo e sono contento. Al Tour spero di far divertire ancora tutti gli italiani: ci proverò finché avrò forze». Così Vincenzo Nibali al Corriere della Sera in una intervista pubblicata alla vigilia del Tour de France che partirà sabato e che lui dovrà difendere dopo il successo del 2014. «La prima parte del Tour sarà nervosissima, tra l'arrivo sul Muro di Huy e la tappa nel pavé, oltre a quelle sul mare. Saranno giornate complicate».

Tre gli avversari: Contador, Quintana, Froome
«Quello che ha meno pressioni di tutti è Contador, perché ha già vinto il Giro. Uno scalino sopra a tutti metto Quintana, subito sotto c'è Froome. Ma attenti anche a Rodriguez, che sta molto bene». Tante salite, anche di gran nome come Plateau de Beille e l'Alpe d'Huez. «Si parla poco di La Toussuire, il giorno prima dell'Alpe. Ma ha pendenze irregolari e ha sempre fatto dei danni». Rivincere più difficile? «No, è un luogo comune. Quello che più conta è non dare punti fissi, certezze agli avversari, sennò non riesci più a spiazzarli».

Armstrong torna al tour per beneficenza
Lance Armstrong di nuovo sulle strade del Tour de France! Ovviamente non è un clamoroso ritorno a cercare la maglia gialla in barba alla squalifica a vita per doping, ma l'ex campione americano sta per tornare a pedalare sulle strade della corsa che aveva conquistato per sette volte consecutive prima di essere cancellato dall'albo d'oro. Armstrong sarà in Francia per partecipare ad un evento benefico, una pedalata sulle strade di alcune tappe del Tour de France allo scopo di raccogliere fondi per la ricerca sulla leucemia.