25 febbraio 2021
Aggiornato 14:30
Calcio | Roma

Gervinho: «Siamo una grande squadra»

Il giocatore della Roma intervistato dal sito della FIFA: «Vincere la Coppa d'Africa e poi lo scudetto. Questo in ordine cronologico, non di preferenza». Florenzi: «Contento di aver dato gioia a mia nonna».

ROMA - «Vincere la Coppa d'Africa e poi lo scudetto. Questo in ordine cronologico, non di preferenza». Parola del romanista Gervinho che ha concesso una lunga intervista al sito della FIFA. Su Garcia dice: «Personalmente l'ho incontrato quando ero a Le Mans nel 2007 per la prima volta. Poi ho giocato con lui nel Lille, prima di rincontrarlo a Roma. Ci conosciamo molto bene. A Roma è molto amato dai tifosi, bravo a far capire le sue idee ed applicare il suo tipo di calcio basato sul possesso palla. I giocatori sposano il suo progetto ed i risultati si vedono».

TUTTO È POSSIBILE - Il mercato ha portato una rosa ampia: «C'è competizione in ogni ruolo e questo, che lo scorso anno forse è stato un problema, un fatto molto positivo; giochiamo su tre fronti. Ora tutto è possibile». La Champions? «Abbiamo grandi squadre nel nostro girone ma lo è anche la Roma. Abbiamo giocatori esperti e grandi possibilità di passare il turno. Siamo molto fiduciosi».

FLORENZI: CONTENTO DI AVER DATO GIOIA A MIA NONNA - «Da adesso avrò tante più appassionate che mi seguiranno...». Alessandro Florenzi 'rischia' di diventare l'idolo delle nonne di tutte Italia. La sua, Aurora, di 82 anni, si è vista abbracciare in tribuna dal nipote dopo il gol del definitivo 2-0 al Cagliari. «Ha una certa età - spiega il giallorosso a Sky - e non era mai venuta allo stadio. Dopo la partita con la Nazionale mi ha chiesto perchè mi ero mangiato quel gol, ripromettendosi di venire a vedermi segnare. Allora le ho promesso che l'avrei portata». Dopo l'abbraccio di Florenzi, la signora Aurora si è commossa a lungo, anche perchè il jolly di Garcia le ricorda il marito, anch'egli in passato giocatore. «La famiglia Florenzi è calcistica, mi hanno tramandato questa passione - conclude - Sono contento di averle dato questa gioia, spero ora la lascino tranquilla e non le stressino la vita, anche perchè ha una certa età».