2 luglio 2020
Aggiornato 17:30
Calcio internazionale

Immobile si presenta: Lewandowski chi?

Giornata di presentazione ufficiale per il centravanti azzurro con la nuova maglia del Borussia Dortmund: «L’eredità di Lewandowski non mi pesa, lui è il passato, io sono il presente».

DORTMUND - Da oggi anche in Germania lo chiameranno «Ciro il grande». Immobile, neo-acquisto del Borussia Dortmund, è stato presentato oggi alla stampa e ha subito fatto capire di che pasta è fatto: «L'eredità di Lewandowski (passato al Bayern, ndr) non mi pesa. Il polacco ha fatto tanti gol e non so se ne faró di più, però lui è il passato, io invece il presente». L’ex centravanti del Torino, per nulla intimorito di fronte a questa nuova avventura, si è anche lasciato andare a qualche battuta, da buon napoletano: «Klopp mi ha detto che ha visto 70 partite per studiare le mie caratteristiche: più di quante ne ha viste mio padre.». E ancora: «Gli allenamenti in Germania sono molto duri, dobbiamo prepararci a una stagione lunga. In Italia si cura di più la tattica ma sono contento per essere arrivato in uno dei migliori club al mondo». La Juventus, che deteneva metà del cartellino assieme al Toro, non ha creduto abbastanza nelle sue qualità, ma per Immobile è acqua passata: «La società ha fatto delle scelte e io le ho accettate. Volevo venire qui e la Champions mi affascina».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal