20 ottobre 2019
Aggiornato 07:30

Figc, Ulivieri punta su Albertini

Il presidente dell’Assoallenatori si mantiene neutrale («noi ci consultiamo con tutti») ma lascia intendere che la soluziore Albertini sarebbe la più gradita: «Importante cercare convergenza sull’idea di cambiamento».

ROMA - «Albertini è un personaggio super partes per come come ha svolto la sua funzione di vice presidente. Convincerlo? Deve essere lui a convincerci e a convincere nell'altro campo, con colloqui con Lotito, Tavecchio e Macalli. Il percorso di questa settimana dovrebbe essere questo». Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, spinge per la candidatura di Demetrio Albertini alla presidenza della Figc. «Credo si debba puntare alla ricerca di qualcosa di abbastanza unitario - aggiunge, al termine del consiglio federale -, certo è che le componenti tecniche che hanno il 30% se si vogliono divertire a giocare a fare la minoranza, la fanno, credo però che si debba cercare una convergenza provando a convincere anche in altri settori e componenti. È possibile, cercare convergenza su un programma, sull'idea di cambiamento».

INCONTRO CON TAVECCHIO - Intanto stamane Renzo Ulivieri ha incontrato il presidente della Lega Dilettanti e candidato in pectore, Carlo Tavecchio: «È andata bene, ma noi ci consultiamo con tutti. Ha spiegato una parte di quello che puo' essere il suo programma. Io avrò il consiglio direttivo lunedì prossimo poi vedremo e decideremo. Il suo programma? Ho avuto un accenno, mi ha parlato della sua idea nel settore tecnico, una parte importante della federazione. Gli investimenti non sono stati fatti, il sistema è da rivedere».

CONTE CT? DIPENDE DA LUI - Su Antonio Conte possibile ct, il presidente di Assoallenatori si è detto incuriosito: «Cercare uno che negli ultimi anni ha vinto più di lui è impossibile, verrebbe di botto di dire si ma lui è un assatanato di lavoro sul campo e ha ottenuto risultati attraverso questo lavoro. Se sia o meno disposto a rinunciare al lavoro quotidiano sul campo e dedicarsi ad un compito di selezionatore per la Nazionale, potrà dirlo solo lui».