25 aprile 2024
Aggiornato 09:30
Calcio - Serie A

Raduno Milan, la curva sud contesta Galliani

Duro comunicato della Curva Sud rossonera proprio il giorno della presentazione di Filippo Inzaghi. L’obiettivo della contestazione è sempre lui, Adriano Galliani, accusato di «ricattare la società chiedendo 60 milioni di buonuscita».

MILANO - L’atmosfera è quella delle grandi occasioni. Il Milan torna al lavoro e si appresta ad iniziare una nuova stagione all’insegna del grande entusiasmo portato dal nuovo tecnico Filippo Inzaghi. Ma al di là dell’incoraggiamento mai fatto mancare alla squadra, dalla piazza antistante Casa Milan non si sono levati solo applausi. La Curva Sud infatti, storico cuore pulsante del tifo rossonero, ha distribuito un comunicato piuttosto duro, il cui destinatario è ancora una volta lui, Adriano Galliani, individuato ormai come il male oscuro da estirpare per poter continuare a sognare in grande: «Credevamo di vedere qualcosa di nuovo ed invece pronti via le prime notizie parlano dei soliti summit per i soliti dubbi acquisti…Ancora a parlare unicamente di parametri zero ed acquisti di giocatori mediocri che vanno solo ad arricchire le tasche dei procuratori e sembrano fare il gioco dell'amico di turno».

ATTACCO AL POTERE DI GALLIANI - Sembra evidente il riferimento alle riunioni carbonare di Galliani con Preziosi, Lotito, Cairo e compagnia bella, ma la Sud ci va giù in maniera ancora più dura: «Abbiamo visto una società schiava di giocatori super pagati di cui non siamo più riusciti a liberarci. Abbiamo un dirigente che dice che la società non ha soldi per il mercato e poi la "ricatta" chiedendo 60 milioni di buonuscita… Ci sorprende che il presidente non abbia ancora sistemato definitivamente le situazioni societarie che durante la scorsa stagione hanno creato una guerra intestina tra chi vuole portare cambiamento ed innovazione all'interno del Milan e chi invece vuole continuare a portare avanti i propri interessi».

SOSTENERE IL MILAN AD OGNI COSTO - Alla fine però è sempre l’amore per il Milan a muovere tutto, per questo il comunicato della Sud si conclude con un più accomodante: «attendiamo a questo punto le nuove evoluzioni e osserviamo facendo quello che sappiamo fare meglio, sostenere il nostro Milan ad ogni costo».