21 novembre 2019
Aggiornato 06:00

Mujica, attacco alla Fifa: «Fascisti figli di p.»

Il presidente dell’Uruguay ormai è passato pesantemente agli insulti nei confronti della Fifa, dopo la squalifica rifilata a Suarez per il morso a Chiellini.

MONTEVIDEO - «La Fifa? Una banda di vecchi figli di puttana». Senza mezze misure, né giochi di parole, José Mujica, presidente dell'Uruguay, ancora infuriato per la squalifica inflitta a Luis Suarez dopo il morso rifilato a Giorgio Chiellini nel finale di Italia-Uruguay, non va troppo per il sottile nei confronti dei vertici della Fifa. Alle nove giornate di squalifica con la nazionale si aggiunge un'interdizione di quattro mesi da tutte le attività legate al calcio. L'Uruguay, senza la sua stella, è stato battuto 2-0 dalla Colombia negli ottavi.

«La Fifa è una banda di vecchi figli di puttana - ha detto l'ex guerrigliero Tupamaros in un'intervista alla tv pubblica -. E' giusto che puniscano, ma non che infliggano sanzioni fasciste». Non è la prima esternazione sul Mondiale del presidente uruguaiano, che già subito dopo la partita con l'Italia aveva definito «esperti provocatori» i giocatori azzurri.