22 luglio 2019
Aggiornato 15:30

Buffon, ancora 24 ore di speranza

Alla vigilia di Italia-Costarica, match decisivo del gruppo D dei mondiali brasiliani, Prandelli non svela l’ultimo dubbio di formazione: «Domani sapremo se Buffon ci sarà». L’attesissimo Balotelli promette il 200%.

RECIFE -  La nazionale azzurra è arriva a Recife e ha sostenuto l’allenamento di rifinitura sul campo che ospiterà Italia-Costarica, match decisivo del gruppo D dei mondiali, in programma domani alle 13.00 (ora locale). Sul terreno di gioco dell'Arena Pernambuco presente anche Barzagli che ieri aveva iniziato l'allenamento con i compagni, ma che poi non aveva partecipato alla seconda parte del lavoro (per lui terapia conservativa). Per gli azzurri leggera sgambatura tra corsa, lavoro atletico e torello.

PRANDELLI: COSTA RICA SQUADRA TEMIBILE - Cesare Prandelli alza la guardia alla vigilia del match contro la Costa Rica, in programma domani a Recife. «Sono mesi che conosciamo il calendario, abbiamo seguito con interesse la Costa Rica, squadra molto ben organizzata, che ha in testa un sistema di gioco che conosce a memoria, una compagine temibile che qualche giorno fa ha meritato di vincere contro l'Uruguay, quindi per noi sarà una partita difficile. Davanti ha giocatori di grandissima qualità ed è logico che un po’ di preoccupazione ci sia». Ancora in dubbio Buffon: «Gigi ha un po' di gonfiore. Dopo l’allenamento di oggi vedremo la reazione, se sarà buona, domani ci sarà».

BALOTELLI: DARE 200% CONTRO COSTA RICA – Presente in conferenza stampa, accanto al ct Prandelli, anche Mario Balotelli, uno degli azzurri più conosciuti e più attesi del Mondiale. Il centravanti azzurro ha espresso il proprio pensiero sulla partita di domani: «Abbiamo visto dai video che il Costarica è una squadra molto forte e dobbiamo rispettarla. E rispettarla significa dare il 200% come in tutte le partite e poi vedremo».