14 novembre 2019
Aggiornato 20:30

Prandelli: «In Brasile con 24-25 giocatori»

Qualche indicazione arriverà dall'amichevole di Londra contro l'Irlanda, ma non è escluso che il tecnico di Orzinuovi allunghi a 24 la lista dei convocati avvalendosi della norma Fifa che consente di sostituire gli infortunati fino a 24 ore prima del match d'esordio.

LONDRA - A poche ore dall'amichevole di Londra contro l'Irlanda, primo dei tre test di avvicinamento dell'Italia ai Mondiali in Brasile, il ct della Nazionale azzurra Cesare Prandelli è alle prese con diversi dubbi sui 23 da portare ai Campionati del mondo. Qualche indicazione arriverà dal campo, ma non è escluso che il tecnico di Orzinuovi allunghi a 24 la lista dei convocati avvalendosi della norma Fifa che consente di sostituire gli infortunati fino a 24 ore prima del match d'esordio.

In particolare destano preoccupazione le condizioni fisiche Giuseppe Rossi, Paletta e Barzagli: «Portare 24 giocatori? Sì è un'idea, forse anche uno di più - ammette Prandelli ai microfoni di Raisport -. Valuteremo le condizioni fisiche e vedremo». Dubbi a parte, i primi giorni di lavoro a Coverciano hanno messo di buon umore il commissario tecnico: «Stiamo meglio che in Confederations Cup, anche sul piano mentale. Sappiamo a cosa andiamo incontro. In questo momento alla squadra do un 7, ma tra 10 giorni voglio arrivare a 8 o 9».

Prandelli replica infine a muso duro alle polemiche relative al suo ingaggio dopo il rinnovo di contratto con la Figc: «Io non ci sto, questa è una violenza. Sono state fatte allusioni pesanti e gratuite, c'è cattiveria. Capisco che prima del Mondiale si cerchi il gossip, ma la mala-informazione non fa bene a nessuno. Tutti conosciamo la verità. Quando vai a toccare la moralità con punti che non sono veri, io non ci sto».