21 settembre 2019
Aggiornato 18:00

Lo United tenta Ancelotti. Multa al City per il fair play finanziario

Protagoniste nel bene e nel male le due squadre di Manchester: i red devils tentano di sedurre l’ex allenatore di Milan e Juve, mentre il City potrebbe essere la prima vittima del fair play finanziario. Intanto in Germania, denuncia a Grosskreutz per il lancio di un kebab ai tifosi che lo insultavano.

LONDRA - La battuta d’arresto imposta ieri sera dal Crystal Palace al Liverpool, con i reds in vantaggio per 0-3 a pochi minuti dal termine e raggiunti sul 3-3 allo scadere, ha praticamente offerto su un piatto d’argento la vittoria della Premier League al Manchester City.

Un trionfo importante per i Citizens che però dovranno fare i conti con una bella botta di carattere finanziario. Secondo un'indiscrezione raccolta dall'emittente britannica Sky Sport, ma non ancora confermata dalla Uefa, il Manchester City potrebbe essere la prima vittima del Fair Play voluto da Michel Platini dalla Uefa. Pare che il club inglese sia stato sanzionato con una multa di circa 60 milioni di euro. Il City potrà partecipare alla prossima Champions League ma con una rosa ridotta a soli 21 giocatori rispetto ai soliti 25. In una recente intervista il presidente dell'Uefa Michel Platini aveva escluso l'estromissione di club dalla competizione più importante pur confermando che erano in corso accertamenti sul City e sul Paris Saint Germain, l'altro club che ora teme una maxi-multa per aver infranto le regole finanziarie introdotte dalla confederazione calcistica continentale.

ANCELOTTI DICE NO A MAXI-OFFERTA UNITED - Mentre i rivali del City si apprestano a vincere la Premier League, i Red Devils si leccano le ferite dopo il fallimento di Moyes sulla panchina dello United. Ecco perché pare che sia stata formulata una maxi-offerta (già pressoché rifiutata) al tecnico del Real Madrid Carlo Ancelotti. L'indiscrezione è riportata oggi dal giornale spagnolo «El Confidencial». Il tecnico italiano, la scorsa settimana, avrebbe detto no a un ingaggio che lo avrebbe fatto diventare l'allenatore più pagato del mondo: «Grazie, ma sono felice a Madrid e nel Real», la risposta del condottiero dei blancos che avrebbe rinunciato ai circa 18 milioni di euro offerti dal club dell'Old Trafford. Il Manchester United, dopo il no di Ancelotti, avrebbe deciso di chiudere con Louis Van Gaal con cui l'accordo sarebbe ormai vicino.

GROSSKREUTZ DENUNCIATO PER LANCIO KEBAB - I tifosi lo sfottono, Kevin Grosskreutz lancia un kebab e si becca una denuncia per lesioni. Il centrocampista del Borussia Dortmund è stato protagonista domenica sera di un episodio finito sulle pagine della Bild. Con il compagno Julian Schieber, Grosskreutz era a cena in un locale di Colonia. All'uscita, i due calciatori sono stati presi di mira da un gruppo di giovani. «Hanno cominciato a intonare un coro su Kevin. Lui si è sentito preso in giro e ha lanciato il suo kebab. Ma non ha mai preso di mira qualcuno», ha raccontato Schieber. Un 34enne, però, si è rivolto alla polizia per denunciare Grosskreutz. Ha detto di essere stato colpito dal kebab e di aver sofferto di bruciore agli occhi a causa delle salse piccanti. Grosskreutz ha ammesso di aver compiuto il gesto: «Mi sentivo offeso, ovviamente non avrei dovuto lanciare il kebab». Il giocatore ha ridimensionato l'episodio: «La storia è stata gonfiata a dismisura».