8 marzo 2021
Aggiornato 22:30
Mondiale

Volley, le azzurre superano la Germania e domani giocano gli USA

L’Italia batte con merito 3-1 la Germania e mantiene vivi i sogni di rientrare in extremis nell’Olimpo del Mondiale

NAGOYA - L’Italia batte con merito 3-1 la Germania e mantiene vivi i sogni di rientrare in extremis nell’Olimpo del Mondiale. Domani la squadra di Massimo Barbolini giocherà il match decisivo contro gli Stati Uniti. Con una vittoria aumenteranno le chance di entrare nelle prime quattro, una sconfitta costringerà le ragazze italiane a puntare solo al quinto posto.
Davvero una buona prestazione di Lo Bianco e compagne, contro una squadra ben attrezzata e ben diretta dall’italiano Guidetti. Dopo due giornate buie e le sconfitte con Repubblica Ceca e Brasile, la squadra tricolore ha ritrovato molti dei suoi automatismi difensivi in cui si è esaltato il libero Cardullo, una maggiore concretezza in attacco con i martelli Piccinini e Del Core, soprattutto il suo grande carattere che misto all’orgoglio ha permesso di «portare a casa» il decisivo secondo set.

Barbolini ha schierato la formazione titolare, ma già nel primo set ha rilevato una spenta Ortolani con Bosetti, dando maggiore concretezza alla difesa.
La Germania è partita 4-0 e l’Italia nonostante tutti gli sforzi non è riuscita a rimontare ed ha ceduto il primo set 25-22. Il secondo set è stato decisivo, determinante. Le azzurre hanno iniziato ancora soffrendo, ma a metà set si sono travate 13-9. Tre errori consecutivi italiani hanno rimesso in corsa la Germania, e si è proceduto punto a punto. Le tedesche hanno avuto cinque set-point, l’Italia non ha sfruttato il primo sul 26-25 e nemmeno il secondo, ma sul terzo propiziato da Del Core ha approfittato dell’errore in attacco della Kozuch e chiuso 32-30. Si può dire che il match si sia chiuso lì. L’Italia ha ritrovato il suo gioco e le sue certezze, la Germania è naufragata, delusa ed esausta come dimostrano i punteggio degli ultimi due parziali.

STATI UNITI - Le azzurre domani affrontano gli Stati Uniti, ancora imbattuti e vincitori del Grand Prix lo scorso agosto in Cina. La formazione nordamericana ha sin qui confermato di essere una delle candidate alle medaglie, mostrando una pallavolo convincente. Il tecnico McCutcheon punta sulla stessa formazione che ha vinto a Ningbo: Glass in regia, Hooker opposto, Akinradewo e Bown centrali, Tom e Larsson di banda. Sykora libero. Nell’impegno odierno gli Usa hanno superato 3-0 la Repubblica Ceca.

PRECEDENTI - 59, sino a oggi, le sfide tra Italia e Stati Uniti. Con 27 vittorie e 32 sconfitte delle azzurre. Nel corso del 2010 le due squadre si sono affrontate due volte nel World Grand Prix, con due vittorie delle nordamericane: 3-1 a Bangkok e 3-0 nelle finali di Ningbo.

ITALIA-GERMANIA 3-1 (22-25 32-30 25-8 25-15)
ITALIA: Arrighetti 11, Ortolani, Piccinini 24, Gioli 12, Lo Bianco 4, Del Core 18. Libero: Cardullo. Bosetti 7, Crisanti, Rondon. Non entrate: Barcellini, Di Iulio. All. Massimo Barbolini
GERMANIA: Beier 6, Ssuchke 4, Weiss, Brinker 10, Furst 11, Kozuch 17. Libero: Tzscherlich. Thomsen, Radzuweit, Matthes 6, Hippe 2, Hanke 1. All. Guidetti .
Arbitri: Karampetsos (Gre) e Zenovich (Rus).
Spettatori: 2000. Durata set: 27, 34, 18, 20.
Italia: bs 5, bv 3, m 9, e 12.
Germania: bs 8, bv 4, m 3, e 20.

TELEVISIONE - Domani doppio appuntamento televisivo in diretta su Raisport1: Brasile – Cuba alle ore 7.30 e Italia – Stati Uniti alle ore 10.

GAFFE - Nel leggere la formazione della Repubblica Ceca, lo speaker giapponese è incappato in una piccola gaffe, ha annunciato tra le atlete che entravano in campo anche la capitana azzurra Eleonora Lo Bianco, invece che la regista ceca Muhlsteinova.