15 novembre 2019
Aggiornato 18:30
Mondiali di pallavolo femminile

Italvolley fa il bis: 3-0 alla Croazia

Le azzurre capitanate da Francesca Piccinini superano la Croazia 3-0, centrando la seconda vittoria del loro Mondiale. Vittoria netta, con qualche brivido e sofferenza nella parte centrale del primo set. Ma poi, dopo aver incassato 26-24 il primo set, tutto è filato liscio.

ROMA - L'Italvolley femminile centra il bis ai Mondiali di Pallavolo 2014 ospitati in casa. Le azzurre capitanate da Francesca Piccinini superano la Croazia 3-0, centrando la seconda vittoria del loro Mondiale.
Vittoria netta, con qualche brivido e sofferenza nella parte centrale del primo set. Ma poi, dopo aver incassato 26-24 il primo set, tutto è filato liscio. Bonitta ha mandato in campo lo stesso sestetto della gara inaugurale con la Tunisia, con l'unica eccezione del cambio in regia: Eleonora Lo Bianco ha preso il posto di Francesca Ferretti.

PANCHINA LUNGA - La gara ha dimostrato l'importanza di avere una panchina lunga e di qualità come quella azzurra. Nel momento più delicato del primo set, il ct ha attinto a piene mani dalle ragazze che stavano fuori campo, trovando in Valentina Diouf e soprattutto Costagrande gli elementi capaci di cambiare, rispettivamente, attacco e ricezione, regalando tranquillità e sicurezza a tutta la squadra. Che dal secondo set in poi si è mossa con maggiore personalità, crescendo di rendimento e lasciando poco spazio al sestetto guidato dal brasiliano Vercesi.

BONITTA: TUTTE HANNO DATO IL LORO CONTRIBUTO - «Abbiamo ottenuto tre punti importanti - ha detto il ct Marco Bonitta - perché abbiamo reagito in un momento complicato, ma deve essere così. Sappiamo che non sarà sempre facile e quindi bisogna avere la capacità di restare sempre in partita e riuscire a cambiare l'inerzia. In alcuni aspetti dobbiamo certamente migliorare, ma tutte hanno dato il loro contributo. Questo è un qualcosa di fondamentale per il quale abbiamo lavorato tutta l'estate».
Stasera le azzurre scendono in campo al Palasport di Roma per affrontare l'Argentina.