16 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Mondiali di pallavolo

Italvolley 3-0 all'Argentina

La squadra del ct Marco Bonitta incassa così tre vittorie su altrettante partite, senza perdere nemmeno un set, e chiudendo la prima fase del primo girone a punteggio pieno, unica capolista. Oggi giornata di riposo, mentre domani per la squadra capitanata da Francesca Piccinini, ci sarà la Germania e domenica la Repubblica Dominicana.

ROMA - L'Italvolley femminile cala il tris al Palalottomatica di Roma, mettendo all'angolo l'Argentina e battendola in tre set (25-17, 25-17, 25-16) in poco più di un'ora di gioco. La squadra del ct Marco Bonitta incassa così tre vittorie su altrettante partite, senza perdere nemmeno un set, e chiudendo la prima fase del primo girone a punteggio pieno, unica capolista. Oggi giornata di riposo, mentre domani per la squadra capitanata da Francesca Piccinini, ci sarà la Germania e domenica la Repubblica Dominicana. Due squadre temibili, ma alla portata del sestetto azzurro.

PICCININI IN PANCHINA - L'Italia stacca così il biglietto per la seconda fase. Bonitta ha schierato la terza formazione in altrettante gare, confermando Costagrande protagonista del successo sulla Croazia, ma inserendola al posto della Piccinini, rimasta in panchina per tutta la partita. In campo ha fatto il suo rientro "Paoletta" Cardullo libero (rientrata in campo dopo uno stop in seguito all'intervento al ginocchio). Poi nel corso del match, in cui sono piaciute soprattutto Centoni e Costagrande, il ct azzurro ha schierato anche le giovani Raphaela Folie e Caterina Bosetti che si sono fatte trovare pronte.

BONITTA: PARTITA DIFFICILE - «Sono soddisfatto, l'entusiasmo non è mai mancato, e sono strafelice di essere tornato a lavorare con questo gruppo - ha detto Bonitta al termine della partita - sia la gara con la Croazia che con l'Argentina sono state due partite difficili. Non chiedetemi della Germania - ha concluso il Mister - oggi è giornata di riposo, domani ci penseremo. Intanto ci godiamo questa terza vittoria».

COSTAGRANDE: DOBBIAMO GIOCARE MEGLIO - «Sono pericolosissime sia la Germania che la Repubblica dominicana - ha osservato la Costagrande, una delle migliori in campo contro l'Argentina - dobbiamo giocare meglio di come abbiamo fatto finora. Ce la metteremo tutta».