28 maggio 2020
Aggiornato 20:30
L'allarme del Ministro

Maroni: aumentano le partite con feriti

«Nella seconda parte del campionato +20%. Necessari più steward e la tessera del tifoso»

ROMA - L'allarme lo lancia Roberto Maroni: nella seconda parte del Campionato di calcio sono aumentati, in media del 20%, gli incontri che sono terminati con feriti fra il pubblico. Una inversione di tendenza rispetto a quanto registrato negli anni passati riconducibile «non tanto ad una generale recrudescenza, quanto piuttosto ai gravi fatti registrati in alcune specifiche gare», in particolare nei due derby capitolini e in alcune trasferte della tifoseria napoletana, ha detto il ministro dell'Interno nel corso di una conferenza stampa al Viminale insieme al capo della Polizia prefetto Antonio Manganelli.

GLI INTERVENTI - Il titolare del Viminale ha comunque sottolineato che il modello di sicurezza messo in campo in questi anni per contrastare la violenza negli stadi «è valido». C'è però la necessità «di introdurre alcuni correttivi». Il ministro Maroni, li ha riassunti in tre punti: aumentare il numero e migliorare la formazione degli steward all'interno degli impianti dove si svolgono le partite di calcio. Due, attuare il programma che prevede l'introduzione della tessera del tifoso a partire dall'inizio del prossimo campionato. Terzo punto, migliorare e concentrare l'analisi per prevenire la violenza tra le frange dei tifosi con «approfondimenti investigativi» che il ministero dell'Interno intende mettere in campo.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal