16 dicembre 2018
Aggiornato 04:00

Il vitello tonnato alla listeria è servito. Non mangiatelo

Un altro ritiro dal mercato di un alimento contaminato: è la volta del vitello tonnato che presenta il pericoloso batterio della listeria. Il lotto incriminato

Vitello tonnato Gastronomia d'Italia
Vitello tonnato Gastronomia d'Italia (SMA Spa)

Non passa giorno che un qualche prodotto alimentare sia richiamato dal commercio a causa di un qualche problema – che sia di contaminazione da batteri, da allergeni, sostanze chimiche o tossiche o, ancora, dalla presenza di materiale estraneo. In buona sostanza, c’è sempre da stare allerta su cosa si porta in tavola e si mangia. Oggi, oggetto di richiamo dal mercato da parte del Ministero della Salute è un lotto di vitello tonnato a marchio Gastronomia d’Italia che pare sia stato contaminato dal pericoloso batterio Listeria.

Il vitello tonnato con la Listeria
Quando un alimento viene contaminato da batteri, come per esempio la salmonella o la listeria, è sempre bene prendere delle precauzioni ma, soprattutto, evitare di consumarlo o, se si è venuti in contatto, lavarsi bene le mani. Questo per evitare un’infezione che può avere anche serie conseguenze. A essere stato oggetto dell’odierno richiamo è un lotto di vitello tonnato a marchio Gastronomia d’Italia, commercializzato da SMA Spa, Strada 8, Palazzo N – 20089 Rozzano (MI). Il produttore è invece La Sorgente Srl, di Via Aldo Moro, 6 – 20060 Pessano Con Bornago (MI).

Il lotto e le avvertenze
Il marchio di identificazione dello stabilimento o del produttore è: Bollo CE IT358L CE, mentre il lotto di produzione in questione è il numero 18048. La data di scadenza è 24 e 26/11/2018. Il vitello tonnato è venduto in confezioni da 230 g ciascuna.
Il motivo del richiamo, come accennato, è la possibile presenza di Listeria monocytogenes.
Le avvertenze del Ministero della Salute sono di non consumare il prodotto e riportarlo presso il punto vendita. Questo vitello tonnato si trova in vendita, in particolare, nei supermercati Auchan e Simply.