7 dicembre 2019
Aggiornato 09:30
Manie estreme

Un ragazzo si amputa il naso e le orecchie per sembrare un teschio vivente

Un ragazzo di 22 anni con la mania dei teschi si è fatto amputare naso e orecchie per assomigliare a un teschio vivente. Ecco cosa e perché

Teschio
Teschio Shutterstock

A 22 anni sembra un teschio vivente. Può apparire bizzarro o incredibile, eppure è proprio quello che Eric Yeiner Hincapié Ramírez, della Colombia, desiderava da molto tempo. E ora il suo desiderio è stato esaudito. Per sembrare un teschio (vedi foto più sotto) si è dovuto far amputare naso e orecchie. In più, forse perché così non bastava, si è anche fatto dividere la lingua in due e colorarla di grigio – perché così sa più di «cadavere». Oltre a ciò, per completare l’opera si è avvalso di tatuaggi permanenti intorno agli occhi per rendere l’idea delle fosse oculari.

Kalaca Skull
Eric, dopo ben due anni di interventi di chirurgia estrema per diventare un teschio vivente, si è dato il soprannome di Kalaka Skull – riporta il Daily Star – e con questo nickname lo trovate anche su Instagram, dove potete «ammirare» le sue foto. Manco a dirlo, Eric/Kalaca, dopo l’operazione è divenuto una sorta di eroe locale, seguito da numerosi fan. In un’intervista a un media locale, Rio Noticias, Kalaca ha dichiarato che non vuole essere giudicato e le modifiche apportate al suo corpo sono soltanto una decisione personale. Le critiche o i giudizi, secondo lui sono «come giudicare una donna che voglia ottenere protesi mammarie o glutei. Per me, un teschio è come mia sorella, una vera parte della mia famiglia, mi sento molto attaccato a essi». Per lui, divenire un teschio vivente è un sogno divenuto realtà. Da sempre, ha detto, è stato ossessionato dai teschi.

screenshot - Eric prima e dopo
screenshot - Eric prima e dopo (Daily Star)

Una persona normale
Kalaca si definisce una persona normale, che sembra solo essere diversa dalla maggior parte delle altre. Per lui, essere un teschio vivente, «È come un diverso modo di pensare, di vestire, uno stile musicale diverso – riporta il Daily Star – Mi sento bene così come sono».