13 novembre 2018
Aggiornato 07:00

24enne soffre di stitichezza, il suo intestino era così pieno che ha rischiato di morire

Una storia senza precedenti che è stata riportata persino sulla prestigiosa rivista scientifica British Medical Journal Case Reports
la stitichezza gli provoca un arresto dei suoi organi
la stitichezza gli provoca un arresto dei suoi organi (9nong | Shutterstock)

La stitichezza è un fenomeno assai diffuso in tutto il mondo e chi ne soffre sa benissimo come può essere fastidioso non svuotare il proprio intestino quotidianamente. Ma a un giovane ragazzo di 24 anni le cose si sono complicate, e non di poco. La sua forte stitichezza, ormai protratta nel tempo, gli ha causato una condizione nota con il nome di megaretto, la quale ha provocato una dilatazione di ben 18 centimetri. Inutile dire che tutto ciò ha generato una serie di eventi a cascata che non hanno fatto altro che peggiorare il suo stato di salute. Ecco i dettagli della vicenda.

Medici scioccati
L’uomo, che per ovvie ragioni è voluto rimanere anonimo, ha lasciato i medici a bocca aperta quando si sono accorti che la parte terminale del suo colon era piena di feci e gli aveva provocato una dilatazione rettale di ben 18 centimetri (7 pollici). Il caso è stato talmente incredibile da essere stato riportato dal team del Newham University Hospital sulla prestigiosa rivista medica, British Medical Journal Case Reports.

In ospedale
Il ragazzo, che sembra essersi rivolto al pronto soccorso anche nel 2014 sempre a causa della sua stitichezza, era tornato in ospedale a causa di mal di stomaco e diarrea che si erano protratti ormai da alcuni giorni. Per approfondire la questione, i medici che erano di turno in quel momento, hanno richiesto una scansione della zona addominale. Dai risultati è emersa l’enorme dilatazione del colon e la presenza di una quantità anomala di feci. In quel momento, un medico di nome Alexandros Apostolopoulos ha cercato di dare all'uomo dei lassativi specifici e un clistere, ma il paziente ha rifiutato.

La situazione peggiora
Non avendo preso niente, due giorni dopo la condizione del 24enne è peggiorata e i medici hanno scoperto che era in corso una pericolosa peritonite associata a un livello di coscienza ridotto. Eseguendo, poi, ulteriori indagini, il personale sanitario si è reso conto che i reni del paziente non funzionavano bene e il suo sangue stava diventando sempre più acido.

Perforazione del colon
Purtroppo, però, la condizione stava peggiorando a vista d’occhio e il dottor Apostolopoulos ha richiesto un’ulteriore scansione. Da questa si è evidenziata persino una perforazione al colon. Per tale motivo è stato ricoverato con urgenza in terapia intensiva prima di sottoporsi alla cosiddetta procedura di Hartmann. Procedura che prevede la resezione del colon e del retto.

Un caso unico?
Nonostante questo caso sia stato riportato sul BMJ case report per la sua peculiarità, è importante sottolineare che bisogna stare molto attenti a una stitichezza che si protrae a lungo e che non viene curata efficacemente. «Questo paziente aveva megacolon e megaretto cronici idiopatici. I pazienti con questa condizione riportano episodi ricorrenti di stitichezza, dolore addominale, distensione e gonfiore a partire dall'infanzia o dall'adolescenza. A causa dell'aumentata pressione intraluminale, questi pazienti sono a maggior rischio di ulcerazione della parete intestinale. Quindi, sono a maggior rischio di perforazione. La letteratura sulla gestione di questi pazienti non è coerente e, quindi, questi pazienti presentano una seria sfida di gestione per i chirurghi», conclude Apostolopoulos.