19 novembre 2019
Aggiornato 20:00
#SìVaccini

Vaccini, tra poco aprono le scuole ma c’è ancora il caos. Ecco perché bisogna vaccinare i propri figli

E’ ora di finirla con liti e false credenze. Bisogna affidarsi alla scienza – quella vera – o i nostri figli rischieranno seri danni alla salute

#SìVaccini, ecco perché è importante vaccinare i propri figli
#SìVaccini, ecco perché è importante vaccinare i propri figli Shutterstock

ROMA - «Ci voleva un Governo formato da personaggi come Grillo, Toninelli e Fraccaro per gettare nel caos la scuola italiana. A pochi giorni dall’avvio delle lezioni c'è uno scontro gravissimo tra presidi, medici e deliri governativi. Le autocertificazioni, gli obblighi flessibili, le altre assurdità varate dal governo stanno determinando uno scontro senza precedenti», ha dichiarato il senatore Maurizio Gasparri (FI).

In pericolo la salute dei bambini
«E il dramma - aggiunge - è che questa rissa ha come oggetto la salute e la vita dei nostri bambini. Peraltro, le norme non sono state definitivamente approvate vista l'esigenza di Fico di andare in vacanza ed ora abbiamo in vigore il testo di un decreto che però è già stato modificato da un ramo del parlamento. Ci sono circolari che non possono in alcun modo superare le leggi vigenti. C’è, insomma, una situazione di caos che dovrebbe far riflettere gli italiani. I Grillini sono un pericolo per la nazione, non soltanto in termini morali ma anche in termini materiali. Mettere la salute dei bambini in mano alla Taverna è un’autentica follia».

No all’obbligo flessibile, sì alla scienza
«Non possiamo restare inermi dinanzi all’appello di tante mamme. I nostri figli hanno diritto a una protezione che non può esser messa a rischio da un’autocertificazione o da un 'obbligo flessibile', tanto caro al ministro Grillo. Sì alla scienza, #SìVaccini». Queste le parole su Twitter dal capogruppo di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, condividendo l'appello "Difendiamo tutti i bambini, sì ai vaccini per andare a scuola", lanciato da un gruppo di mamme su chance.org.

Tante discussioni per stupidità
«Siamo nel 2018 e l’Italia discute di vaccini: è pazzesco! Mentre tutto il mondo riflette sulle ripercussioni dell’intelligenza artificiale noi siamo costretti a pagare le conseguenze della stupidità naturale», scrive su Facebook Matteo Renzi, senatore del Pd. Renzi condivide la lettera di un medico, la dottoressa Silvia Braccini, perché «quello che scrive mi sembra sacrosanto. Quello che colpisce e sconvolge nella posizione dei Cinque Stelle sui vaccini - continua Renzi - è l'idea che non sia necessario essere preparati per decidere sui dossier. Non importa essere laureati in medicina per parlare dei vaccini, basta conoscere il cugino della Taverna. Non importa essere competenti in materia di lavoro, basta essere cresciuti a Pomigliano insieme a Di Maio. Non importa studiare, fare fatica, conoscere: basta andare in rete e il Blog del Guru ci spiegherà ciò che dobbiamo pensare. Sui vaccini devono esprimersi i medici, la scienza, la ricerca. Non si scherza sulla salute dei nostri figli», conclude Renzi.