15 dicembre 2018
Aggiornato 15:00

Diabete, una manciata di noci dimezza il rischio

Un nuovo studio rivela che per scongiurare il rischio di diabete di tipo 2 basta mangiare un po’ di noci

Noci e diabete
Noci e diabete (dinostock | AdobeStock.com)

LOS ANGELES – Le noci sono tra la frutta secca a guscio quelle con il più alto contenuto di antiossidanti, e non solo. Fanno, o dovrebbero fare, parte di una dieta sana e variegata che favorisca il benessere e la salute. Oggi, grazie a un nuovo studio condotto su oltre 34mila persone dai ricercatori dell’Università della California a Los Angeles (UCLA), veniamo a sapere che mangiare noci può addirittura dimezzare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2.

I dati lo confermano
I ricercatori guidati da Lenore Arab dell’UCLA hanno esaminato 34.121 adulti di età compresa tra 18 e 85 anni, ai quali è stato domandato di riportate quale fosse il loro apporto dietetico, nonché se fossero stati oggetto di diagnosi di diabete o se stavano assumendo farmaci per il diabete. I partecipanti sono stati anche valutati per la presenza di diabete utilizzando misurazioni di laboratorio comuni tra cui glicemia a digiuno ed emoglobina A1c. I risultati delle analisi hanno mostrato che raddoppiare il consumo di noci (o mangiarne circa3 cucchiai da tavola) era associato a una prevalenza inferiore del 47% del diabete di tipo 2. «La forte connessione tra i consumatori di noci e la bassa prevalenza del diabete di tipo 2 è un’ulteriore motivo per includere le noci nella dieta – commenta Arab – Altre ricerche hanno dimostrato che le noci possono anche essere utili per la funzione cognitiva e la salute del cuore».

Lo studio
Approfondendo i risultati è emerso altresì che coloro che hanno segnalato di consumare noci hanno mostrato un rischio inferiore per il diabete di tipo 2 rispetto a quelli che non consumavano noci indipendentemente dall’età, dal sesso, dalla razza, dall’educazione, dal BMI e dalla quantità di attività fisica praticata.

Le noci
Come accennato, le noci sono una ricca fonte di grassi polinsaturi raccomandati (13 grammi per 28 di prodotto edibile) e l’unica frutta secca che contiene una quantità significativa di acido alfa-linolenico (ALA) - l’acido grasso omega-3 a base vegetale (di cui 2,5 grammi per 28 di prodotto edibile). Offre anche proteine ​​(4 grammi per 28) e fibre (2 grammi per 28). In sostanza, le noci sono un vero toccasana, non solo per il diabete ma per la salute in generale.