16 gennaio 2021
Aggiornato 19:00
Farmaci contro l’autismo

Un farmaco contro il cancro potrebbe bloccare l’autismo

Scienziati hanno testato un farmaco contro il cancro per bloccare l’autismo e sembra essere efficace. I risultati dello studio

Nuove speranze per i bambini affetti da autismo. La cura potrebbe arrivare da un farmaco già sperimentato – ma in via di sviluppo – destinato ai pazienti oncologici. Tali medicinali, infatti, bloccherebbero una proteina che sembra coinvolgere sia le persone affette da varie forme tumorali sia quelle che soffrono di disturbi dello spettro autistico. La scoperta potrebbe eliminare completamente l’evoluzione della malattia se questa viene diagnosticata nelle primissime fasi della vita.

La proteina dell’autismo
Uno o più farmaci in via di sviluppo per il trattamento del cancro potrebbero anche migliorare notevolmente la qualità della vita dei bambini affetti da varie forme di autismo. I medicinali in questione sarebbero infatti in grado bloccare una proteina denominata ERK2 e implicata in entrambe le patologie. La proteina raggiungerebbe anche il cervello invertendo i sintomi delle sindromi dello spettro autistico, secondo i risultati ottenuti su uno studio condotto su modello animale (topi).

Lo studio
Durante lo studio, il farmaco è stato somministrato ai roditori durante la gravidanza. E i risultati sono stati più che soddisfacenti: la mamma stava meglio, aveva ridotto l’iperattività, mentre la prole è nata in perfetta salute. «In linea di principio, potrebbe essere possibile invertire definitivamente il disturbo trattando un bambino il prima possibile dopo la nascita», spiega il professor Riccardo Brambilla, dell'Università di Cardiff. Oggi sappiamo che i primi sintomi della sindrome di verificano entro i primi tre anni di vita. In questa fase si manifestano disturbi sociali, emotivi e comunicativi.

Perché proprio la proteina ERK2?
Gli scienziati si erano accorti che i topi affetti da autismo avevano livelli più elevati della proteina ERK2 rispetto a tutti gli altri. E, per fortuna, alcuni farmaci in via di sviluppo già la utilizzavano come bersaglio per il trattamento del cancro.

Il prossimo passo
A questo punto, il prossimo passo sarà quello di passare alla sperimentazione clinica direttamente sull’essere umano. Ma non sarà facile poter offrire il trattamento direttamente alle donne in fase di gravidanza che già presentano il disturbo – e che quindi hanno maggiori probabilità di mettere alla luce figli autistici. Indubbiamente sarà più semplice richiedere la somministrazione del farmaco ai loro figli al momento della nascita.

Leggi anche: Paracetamolo durante la gravidanza può causare autismo e ADHD
Uno studio mostra che utilizzare il paracetamolo durante la gravidanza può causare disturbi dello spettro autistico nei bambini e aumentare il rischio di ADHD, o sindrome da iperattività e deficit di attenzione

Diabete in gravidanza collegato all’autismo nel bambino
L’autismo, o disturbo dello spettro autistico, nei bambini è stato collegato alla presenza di diabete gestazionale, di tipo 1 e 2 nella mamma durante la gravidanza

Attenzione a questa caratteristica fisica: potrebbe essere collegata all’autismo
Secondo alcuni scienziati australiani, una caratteristica fisica visibile alla nascita e intorno ai 3 anni potrebbe essere collegata all’autismo

Autismo: cos’è, diagnosi, cure e nuove scoperte scientifiche
Tutto ciò che dovresti sapere sulla sindrome dello spettro autistico: cos’è, come riconoscerlo, i sintomi, le diagnosi e le nuove scoperte della scienza