17 giugno 2019
Aggiornato 16:30
Virus mortali

Arriva il Nipah Virus, il nuovo misterioso male che uccide

Un nuovo mortale virus è stato scoperto aver ucciso alcune persone. È il Nipah Virus, per cui non esiste un trattamento. I sintomi

Nipah Virus
Nipah Virus ( Shutterstock )

ROMA – Dopo l’annuncio di qualche tempo fa della ‘ricomparsa’ di Ebola in Congo, ecco arrivare un’altra cattiva notizia: c’è un misterioso virus che uccide. E’ il Nipah Virus (NIV) che, per ora, è stato trovato essere attivo in India, e più precisamente a Kozhikode, conosciuta anche come Calicut, una città dello stato federato indiano del Kerala. Qui, secondo fonti locali, avrebbe già ucciso tre persone. Ma il rischio, come sempre in questi casi, è che il virus si diffonda causando un’epidemia – che potrebbe anche valicare i confini del Paese e arrivare in altre parti del mondo.

C’è già il panico
Sempre fonti locali fanno sapere che dopo la notizia delle prime tre vittime, prima nella città e poi nell’intera nazione, si è scatenato il panico per il timore che il virus possa diffondersi e perché di questo agente patogeno si sa poco o nulla – a parte che è stato scoperto per la prima volta nel 1999 ed è causa della cosiddetta encefalite virale. Quello che al momento si conosce è che il virus Nipah è portato dai pipistrelli della frutta, così come già per altre terribili malattie. L’Istituto Nazionale di Virologia, dopo l’esame del sangue di due delle vittime ha confermato la presenza del virus Nipah (NIV). Per l’infezione da questo virus non esiste una cura o un trattamento specifico.

I vettori
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) l’infezione provocata dal NIV è una zoonosi emergente, che causa una grave infezione sia negli animali che nell'uomo. Gli ospiti preferiti dal virus pare siano i pipistrelli Pteropodidi della famiglia Pteropodidae, genere Pteropus, secondo l'OMS. Questi animali sono conosciuti anche come ‘volpi volanti’ o ‘rossetti’, oltre che pipistrelli della frutta. Vivono principalmente nelle foreste, e sono diffusi in particolare in Asia, India, Africa, Australia, nelle zone tropicali e probabilmente anche in Europa meridionale. Secondo le autorità sanitarie, il virus si diffonde tramite soggetti che siano stati infettati, con il contatto diretto con i pipistrelli, per mezzo di maiali, con il consumo di frutti caduti a terra.

I sintomi della malattia
Quando si sia stati contagiati dal virus Nipah, i principali sintomi includono febbre, mal di testa, sonnolenza, confusione mentale, coma, encefalite virale. In genere esordiscono anche malattie dell’apparato respiratorio.

Il trattamento
Come detto, al momento non si conosce un trattamento specifico o un vaccino (anche se è allo studio), riporta l’Oms. L’unico modo per proteggersi è quello della prevenzione delle infezioni. Infine, si spera che i casi di infezione nell’uomo siano controllati per evitarne la diffusione che, qualora accadesse, potrebbe sfuggire di mano.