10 dicembre 2018
Aggiornato 14:00

I bambini che somigliano al papà hanno meno problemi di salute

Una nuova (e curiosa) ricerca ritiene che i bambini che somigliano al proprio padre siano generalmente più sani. Ecco il motivo
I neonati che somigliano al padre stanno meglio
I neonati che somigliano al padre stanno meglio (PHOTOCREO Michal Bednarek | Shutterstock)

Finalmente la scienza offre buone notizie anche per i papà, che generalmente sembrano avere un ruolo secondario all’epoca della nascita del proprio piccolo. Se durante il concepimento, il futuro padre, è riuscito a donare un numero maggiore di geni al nuovo nascituro, infatti, gli garantirà una vita più serena. Almeno per quando riguarda i primi anni di vita. A suggerirlo è uno studio condotto dalla Binghamton University e la State University di New York.

Quanto ti somiglia?
Per capire se il piccolo godrà di ottima salute basta osservare: se somiglia più al papà allora si può stare tranquilli. Alla mamma, forse, un po’ meno. Il motivo? Non si tratta di tratti ereditari o genetica, ma di una semplice abitudine: gli uomini che hanno figli che gli somigliano di più sembrano avere più piacere di trascorrere del tempo insieme a loro. Con tutti i benefici del caso.

Lo studio
Per arrivare a simili conclusioni, i ricercatori hanno esaminato 715 bambini che vivevano solo con la mamma. Per ognuno di loro è stato determinato il livello di salute, il rapporto con la mamma, il numero di visite agli operatori sanitari, al pronto soccorso e i ricoveri ospedalieri. Al termine dello studio, e dopo un’attenta analisi dei dati, i ricercatori hanno scoperto che i neonati che somigliavano al papà alla nascita erano più sani durante il primo compleanno.

Quanto stai con tuo figlio?
Dai dati ottenuti è stato possibile dimostrare come il tempo trascorso con i propri figli sia maggiore se il neonato somiglia al padre. In questi casi, infatti, i papà trascorrevano mediamente 2,5 giorni in più al mese, rispetto agli altri. «Quei padri che percepiscono la somiglianza del bambino con loro stessi sono più certi che il bambino sia loro, e quindi trascorrono più tempo con il neonato», ha spiegato il dottor Polachek. «I padri sono importanti per crescere un bambino, e si manifesta nella salute del bambino».

Se si è separati è ancor più importante
Secondo il team di ricerca, i padri che vivono lontani dai propri figli dovrebbero vedere il più possibile il bambino per garantirgli una buona salute. Polachek, infatti, ha notato che «le visite frequenti del padre consentono un maggiore tempo genitoriale per l'assistenza e supervisione, e per la raccolta di informazioni sulla salute dei bambini e le esigenze economiche. Potrebbero essere compiuti sforzi maggiori per incoraggiare questi padri a coinvolgere frequentemente i loro figli attraverso corsi per genitori, educazione sanitaria e formazione professionale per aumentare i guadagni», conclude Polachek. I risultati sono stati pubblicati sul Journal of Health Economic.