15 novembre 2019
Aggiornato 22:00
Aggressioni

Palermo, nasce bimbo prematuro ma muore poco. Il padre pesta a sangue i medici

Un bambino nasce prematuro, ma pochi giorni dopo muore. Il padre accusa i medici del decesso, picchiandoli a sangue

Neonato muore dopo la nascita, il padre picchia i medici
Neonato muore dopo la nascita, il padre picchia i medici Shutterstock

PALERMO – Ancora atti di violenza nei confronti di medici. Questa volta è accaduto a Palermo, a seguito della nascita di un bambino. Il piccolo era nato precocemente e aveva solo trenta settimane. Ma il problema sembrava non essere solo quello: il neonato presentava problemi già dal primo attimo di vita e tutto ciò non ha fatto altro che complicare la situazione che, in poco tempo, è precipitata. Il padre – come è facilmente intuibile – non ha affatto preso bene la notizia. Ma ciò che più ha stupito le persone è che, dopo aver dato tutta la colpa ai medici che lo stavano curando, li ha pestati a sangue.

Cosa è accaduto veramente?
Il bambino era nato da poco ma subito i medici si sono accorti che era affetto da una grave problema: una massa tumorale arrivava fino al diaframma a tal punto di impedirgli di respirare bene. I medici ritengono di aver fatto l’impossibile per salvarlo, ma non c’è stato nulla da fare. Ed è così che il padre ha pensato di farsi giustizia da solo aggredendo non uno ma ben 4 medici.

La malattia del bambino
I medici avevano tra le mani la vita e il destino di questa splendida creatura ma hanno affermato di non aver potuto fare niente per salvarla. Il problema principale risiedeva nel fatto che la massa tumorale che aveva era talmente grande da arrivare al diaframma e da impedirgli la respirazione. Purtroppo, a detta dei medici, che le avevano provate tutte, non c’era nulla che si potesse fare per salvare il bambino.

Il padre non l’ha presa bene
Il team dell’ospedale pediatrico di Palermo ha avvisato il padre poco dopo il decesso del bambino. Ed è stato in quel momento che lui ha perso completamente il controllo. Ha iniziato a picchiare i medici ferendone ben quattro, compreso il primario di chirurgia pediatrica Gloria Pelizzo. Uno di loro ha riportato un trauma cranico con prognosi di ben 30 giorni.

Non è il primo caso di violenza
Purtroppo pare che i casi di violenza al personale sanitario siano in aumento, specie in Sicilia. Per quanto riguarda quest’ultimo, sono stati presentati due esposti nei confronti del padre del bambino e, allo stesso tempo, la famiglia ha denunciato l’ospedale.