Salute | Diabete

Diabete, l'attività del pancreas e la sensibilità all'insulina migliorano con una dieta vegana

Se il diabete non può essere curato soltanto con la dieta, mangiare verdure invece può comunque migliorare l'attività del pancreas e la sensibilità all'insulina

Diabete e dieta vegana
Diabete e dieta vegana (Shutterstock.com)

WASHINGTON – I ricercatori statunitensi dell'Ente Physicians Committee for Responsible Medicine, hanno condotto uno studio, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nutrients, in cui si evidenzia come una dieta veggie può migliorare l'attività del pancreas (in particolare delle cellule Beta) e la sensibilità all'insulina.

Il diabete
Come si sa, il diabete è caratterizzato da una condizione in cui il pancreas arriva a non produrre sufficiente insulina o addirittura non produrne del tutto. L'insulina è l'ormone che si preoccupa di convertire il glucosio in energia. Quando il glucosio (o zucchero) non viene convertito in energia, rimane nel flusso sanguigno in quantità significativamente elevate. A tutto questo si unisce la alterata sensibilità all'insulina, e pertanto la difficoltà a metabolizzare il glucosio, cosa che in genere porta allo sviluppo del diabete. I pazienti che soffrono di questa condizione spesso necessitano di iniezioni di insulina per stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue.

Le cellule Beta
In questo studio un ruolo fondamentale lo hanno avuto le cellule Beta, ossia quelle cellule che immagazzinano e secernono insulina. Quando il loro funzionamento è alterato, non rispondono adeguatamente all'aumento dei livelli di glucosio.

Lo studio e la dieta
Il nuovo studio, condotto dalla dott.ssa Hana Kahleova e colleghi, mostra che una dieta a base vegetale può migliorare il funzionamento delle cellule Beta e, di conseguenza, aiuta a migliorare la sensibilità all'insulina negli adulti diabetici obesi. Per valutare l'impatto della dieta vegana sul pancreas e le cellule Beta, i ricercatoti hanno reclutato un gruppo di pazienti obesi, che tuttavia non soffrivano di diabete. Dopo di che li hanno suddivisi a caso in due gruppi. Al primo gruppo è stata fatta seguire per 16 settimane una dieta vegana a basso contenuto di grassi e a base di cereali integrali, legumi, verdure e frutta, senza alcun limite alle calorie che potevano consumare. Al gruppo di controllo è stato detto di continuare a seguire la dieta normale che già seguivano. A tutti è stato anche detto di continuare ad assumere eventuali farmaci che stessero già prendendo per motivi di salute, e anche di mantenere il livello di attività fisica a cui erano abituati.

I risultati
Per valutare l'impatto della dieta a base vegetale sul pancreas e la sensibilità all'insulina, i ricercatori hanno utilizzato modelli matematici. L'analisi dei dati ha permesso loro di scoprire come coloro che avevano seguito la dieta vegana avessero una migliore secrezione di insulina e sensibilità delle cellule Beta rispetto a quelli del gruppo di controllo. Oltre a ciò, nel gruppo dieta vegana era diminuita la resistenza all'insulina e avevano anche perso peso. «Lo studio – ha commentato la dott.ssa Hana Kahleova – ha importanti implicazioni per la prevenzione del diabete, poiché dimostra come il cibo sia davvero una medicina, e una dieta sana a base di vegetali possa fare molto per prevenire il diabete».