24 settembre 2018
Aggiornato 01:30

Giubbotti pieni di sabbia per calmare i bambini iperattivi. E' polemica

In Germania la soluzione è stata adottata da oltre 200 istituti con successo: per i bambini è un gioco ma riescono a stare più attenti
Giubbotti di sabbia per i deficit dell'attenzione
Giubbotti di sabbia per i deficit dell'attenzione (Shutterstock.com)

L’eccellente novità sembra sia sbarcata in Germania, luogo in cui ha già ottenuto un grande successo. L’idea è quella di aiutare tutti i bambini che soffrono di iperattività (sotto diverse forme) e deficit dell’attenzione. Per aiutare a calmarli e migliorare la concentrazione potranno indossare un giubbottino, più precisamente una sorta di gilet, riempito di sabbia. La sua peculiarità è quella di essere particolarmente pesanti e di riuscire a sedare tutti i ragazzi che appaiono particolarmente irrequieti. Tuttavia, come sempre accade in questi casi, le polemiche non mancano.

Come un’armatura
Il giubbotto ha tutta l’idea di essere una sorta di armatura. Il suo peso, infatti, non è indifferente e può variare – a seconda del soggetto – da un minimo di un chilogrammo a un massimo di sei. È stato specificatamente studiato per aiutare i bambini irrequieti a stare seduti al loro posto nelle scuole tedesche. Inutile dire che tenere dei bambini obbligatoriamente fermi non ha fatto altro che suscitare enormi dubbi sia tra i genitori che tra gli psichiatri.

Come funziona?
L’armatura può essere utilizzata per un massimo di trenta minuti al giorno. E, per evitare che appaia come una forma discriminazione o come un sigillo strettamente associabile ai bambini iperattivi, può essere indossata da chiunque lo desideri. «Gli alunni saltano in piedi all'opportunità di averla, così la diamo anche a quelli che non ne hanno bisogno per assicurarci che non sia collegata a nessuno stigma», ha dichiarato Gehild de Wall, capo dell'unità per l'inclusione della scuola Grumbrechtstrasse di Amburgo.

Funziona!
Al di là dei dubbi dal punto di vista etico e sociale, i 200 istituiti tedeschi che hanno utilizzato il metodo, hanno dichiarato di aver ottenuto eccellenti risultati grazie ai giubbotti riempiti di sabbia. Questo potrebbe essere un punto di svolta per tutti gli educatori che hanno a che fare con bambini che soffrono di deficit dell’attenzione e iperattività. Il costo del gilet si aggira intorno ai 150-170 euro.

Via le medicine
Se da un lato costringere un povero bambino a stare fermo a causa del peso che indossa non sembra proprio un metodo così tanto piacevole e corretto, dall’altro è bene dire che è indubbio che almeno un vantaggio ce l’ha: non dover utilizzare i farmaci. Quelli utilizzati per l’ADHD, infatti, sono estremamente pericolosi – e aggressivi - per la salute del bambino. D’altro canto, è importante sottolineare che, a detta di alcuni esperti, i bambini sono felici dell’iniziativa. «I bambini amano indossarle e nessuno è costretto a farlo contro il suo volere», continua Gehild de Wall.

C’è anche chi dice no…
Non mancano, come accennato, le critiche. Secondo alcune persone, infatti, non sono poi tanto diverse dalle camicie di forza che hanno la funzione di bloccare i pazienti psichiatrici. Per esempio, secondo quanto riportato dall’AGI, c’è un genitore su Facebook che ne parla come se fosse una sorta di tortura: «Come si può dire a un bambino: 'Sei malato e come punizione devi indossare questo gilet pieno di sabbia che non è solo un'agonia fisica ma ti farà sembrare un'idiota di fronte al resto della classe'. Penso che alcuni abbiano perso il lume della ragione».

…E chi pensa sia un’ottima idea
Come sempre accade le opinioni sono contrastanti anche tra i genitori. La mamma di un bimbo di 9 anni, per esempio, la pensa diversamente e ha spiegato che suo figlio ha indossato il gilet per tre anni in maniera totalmente volontaria. E i benefici si vedono: «riesce a concentrarsi meglio ed è più in grado di prendere parte attiva alla lezione perché non passa il tempo a cercare di tenere gambe e braccia sotto controllo».