12 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
Sonno e salute

Senti il bisogno di dormire durante la giornata? Forse hai problemi di salute

Secondo un team di ricercatori svedesi, se si ha il desiderio di dormire durante la giornata si potrebbero avere problemi di salute

Sonno e salute
Sonno e salute Shutterstock

Di norma il nostro corpo segue dei ritmi ben precisi. Ogni cosa che avviene dentro di noi, accade seguendo una logica predeterminata. Esattamente come succede nell’ambiente circostante: il sole, la luna e le stagioni osservano cadenze precisissime che se venissero alterate provocherebbero seri danni a tutte le creature viventi. Questo, a volte, può anche verificarsi nell’essere umano che è naturalmente predisposto per dormire soltanto nelle ore buie. Non a caso alcuni scienziati hanno scoperto che quando si ha il desiderio di fare qualche pisolino durante il giorno, alla base potrebbero esserci problemi di salute.

Un cattivo stato di salute
Alcuni scienziati dello Stress Research Institute dell’Università di Stoccolma hanno scoperto che il bisogno di sdraiarsi e dormire durante la giornata – nonostante la notte si dorma correttamente – può fare pensare a uno stato di salute estremamente precario. Non è detto che vi siano già malattie in atto ma certo è che si tratta di un segnale che non andrebbe sottovalutato.

Perché si sente il bisogno di dormire?
Secondo i dati ottenuti dal team di ricerca coordinato dal professor Torbjörn Akerstedt, professore di psicologia dell’Università di Stoccolma, il bisogno di dormire indica problemi di salute. Tra questi si ipotizzano disfunzioni del metabolismo o infiammazione cronica.

E’ colpa dello stress?
Probabilmente alla base di tutto potrebbe esserci anche lo stress. Infatti Torbjörn Akerstedt ritiene che le persone che vivono in paesi dove per molti mesi le ore di luce durante il giorno sono ridotte – come per esempio in Svezia – le persone sentono proprio la necessità di dedicarsi ad attività meno stressanti. Ciò significa che tutti noi siamo molto sensibili ai cambiamenti di luce. Sono questi ultimi, infatti, che regolano il nostro orologio interno.

Sonno e depressione
Anche altri ricercatori hanno messo in evidenza come alcune condizioni mentali come ansia e depressione possono incentivare il desiderio di dormire durante il giorno, spesso associato a una scarsa qualità del sonno durante le ore notturne. Il motivo spesso risiede nel tentativo di fuggire dai problemi della vita quotidiana. Mentre si dorme, infatti, non ci si concentra più sulle preoccupazioni. Ma Adrian Soehner, assistente di psichiatria all'università di Pittsburgh, spiega ad Huffington Post che «qualunque cosa si cerchi di evitare con il sonno, sarà ancora lì al risveglio. Un pisolino ogni tanto può far bene se il sonno è salutare e si è mentalmente stabili, ma in caso di depressione è addirittura controproducente».

Se dormi troppo rischi problemi cardiovascolari
Tutti sappiamo che dormire poco la notte ci porta una serie innumerevole di disturbi. Ma secondo i ricercatori del Stress Research Institute, anche dormire troppo – superando in totale le 9 ore e mezza -  può causare gli stessi danni. Un sonno alterato, quindi, può ripercuotersi sul sistema cardiovascolare e immunitario. Tuttavia c’è un’eccezione: se il sonnellino pomeridiano è davvero veloce (circa dieci) minuti, gli effetti possono essere positivi.

Se devi recuperare le ore di sonno fallo nel weekend
Se invece hai sonno durante il giorno perché dormi male la notte, gli esperti sconsigliano di fare qualche pisolino di tanto in tanto. Meglio recuperare nel weekend. «Sembra che tu possa compensare le ore di sonno perse durante il fine settimana», ha dichiarato Torbjörn Åkerstedt. Per arrivare a tali conclusioni i ricercatori hanno analizzato ben 43.000.0000 di persone in Svezia. Dai loro risultati è emerso che sono i giovani al di sotto dei 65 anni di età ad avere una maggiore carenza di sonno e, di conseguenza, un maggior rischio di morte. «Ora non dovresti preoccuparti se fai parte di questa categoria perché il rischio è abbastanza moderato, ma c'è comunque un rischio evidente», spiega Åkerstedt. Tuttavia, per ridurre tale probabilità sembra sia utile dormire un pochino più a lungo del weekend, piuttosto che farlo durante le ore di luce nei giorni precedenti. «C'è sicuramente un limite massimo [nel dormire], ma in ogni caso è meglio aumentare un po' nel weekend piuttosto che non farlo affatto», conclude Torbjörn Åkerstedt.