22 ottobre 2019
Aggiornato 02:30
Attività fisica e cervello

Bastano 10 minuti di esercizio al giorno per migliorare memoria e concentrazione

E’ sufficiente svolgere attività fisica per pochi minuti al giorno al fine di ottenere un miglioramento delle capacità cognitive

Attività fisica e cervello
Attività fisica e cervello Shutterstock

Non è sempre necessario strafare, a volte bastano pochi – e semplici – gesti per migliorare il nostro stato di salute. La nostra vita, ultimamente, è diventata decisamente più sedentaria, con tutti i rischi della salute su cuore e cervello che ben conosciamo. Tuttavia, secondo un recente studio pubblicato su Neuropsychology, potrebbero essere sufficienti dieci minuti al giorno di attività fisica per migliorare il benessere cerebrale: ne gioveranno memoria e concentrazione.

Bastano dieci minuti
Studi precedenti avevano dimostrato che grazie a venti minuti di esercizio fisico al giorno la nostra salute cerebrale ne beneficiava. Ora alcuni scienziati sono riusciti a evidenziare come siano sufficienti anche dieci minuti di attività aerobica per poter aiutare il nostro cervello a funzionare nel migliore dei modi.

Chiunque può trovare il tempo
Va da sé che avere a disposizione 20-30 minuti al giorno per svolgere attività fisica non sempre è possibile. Ma trovare dieci minuti è un obiettivo facilmente raggiungibile da chiunque. «Alcune persone non possono impegnarsi in un regime di esercizio a lungo termine a causa del tempo o della capacità fisica. Lo studio, però, dimostra che le persone possono pedalare o camminare rapidamente per tempi decisamente brevi, anche una sola volta, e trovare benefici immediati», ha dichiarato Matthew Heath, dell'Università dell'Ontario occidentale in Canada.

Lo studio
Per arrivare a simili conclusioni, gli studiosi hanno chiesto ai volontari di dedicare 10 minuti che avevano a disposizione a leggere una rivista, oppure a fare esercizio moderato con l’ausilio di una cyclette. Al termine, i ricercatori hanno utilizzato attrezzatura di tracciamento degli occhi allo scopo di esaminare i tempi di reazione di ogni partecipante durante un compito che richiede capacità cognitive. Tutto ciò aveva lo scopo di valutare la performance cerebrale adibita al processo decisionale e l’inibizione.

I risultati
«Coloro che avevano svolto esercizio fisico hanno mostrato un miglioramento immediato: le loro risposte erano più accurate e i loro tempi di reazione erano inferiori di 50 millisecondi rispetto ai valori pre-esercizio. Può sembrare minuscolo, ma in alcuni casi rappresenta un guadagno del 14% nelle prestazioni cognitive», conclude Heath.