20 giugno 2019
Aggiornato 19:00
Brodo di pollo

Brodo di pollo contro raffreddore e influenza: funziona

Il brodo di pollo preparato secondo le antiche tradizioni potrebbe aiutare a combattere molto più velocemente le malattie da raffreddamento. Ecco i risultati ottenuti dagli scienziati

Il brodo di pollo per il raffreddore
Il brodo di pollo per il raffreddore ( Shutterstock )

ROMA - Fa sorridere il fatto che la medicina cosiddetta naturale esista da millenni ma che la medicina odierna abbia sempre mostrato molta diffidenza a riguardo. Paradossalmente, però, è la stessa scienza a confermare ciò che i nostri avi asserivano. L’efficacia terapeutica di molte piante medicinali (e non solo), infatti, è stata confermata nel 90 percento dei rimedi di uso millenario. Ci sarebbe da chiedersi come hanno fatto i medici che hanno vissuto millenni fa a sapere cose che noi abbiamo imparato a malapena oggi grazie alla tecnologia medica. E senza addentrarci troppo in un argomento che probabilmente non ci fornirà risposte certe, possiamo dirvi che un recente studio ha evidenziato come il brodo di pollo davvero ci aiuta a combattere le malattie da raffreddamento, proprio come si credeva un tempo. Ecco perché.

La ricetta della salute
Il brodo di pollo ci aiuta a combattere in maniera più efficace e rapida le malattie da raffreddamento. Ad asserirlo sono stati alcuni ricercatori dell’Università del Nebraska che pare ci abbiano fornito persino una sorta di ricetta della salute. Il prodotto – 100% naturale – svolge una potente azione antinfiammatoria che mitigherebbe i sintomi del raffreddore e dell’influenza.

Si sapeva da secoli
Come correttamente riportato dal Daily Mail, i benefici del brodo di pollo risalgono a diversi secoli fa. Uno dei primi medici (e filosofi) che ne hanno riportato le virtù terapeutiche è stato Moshe ben Maimon. Pare che lui lo indicasse proprio per curare i sintomi del raffreddore e il che è stato evidenziato da alcuni scritti risalenti al XII secolo.

Lo studio
Durante lo studio, i ricercatori si sono concentrati sul movimento dei neutrofili: si tratta di cellule immunitarie che dovrebbero difendere il nostro organismo dalle infezioni virali o batteriche. Gli studiosi sono dell’avviso che la riduzione delle migrazioni di questi particolari leucociti potrebbe ridurre l’attività a livello del tratto superiore causando sintomi tipici delle malattie da raffreddamento. E dai risultati ottenuti si è potuto constatare che il brodo di pollo possiederebbe delle virtù antiinfiammatorie in grado di alleviare tali sintomatologie. È importante evidenziare, tuttavia, che l’esperimento è stato (per ora) condotto solo in vitro. 

Inibisce la chemiotassi
Pare che i ricercatori siano riusciti a scoprire come il brodo di pollo agisca sulla chemiotassi, ovvero sulla migrazione dei neutrofili, e lo fa in maniera dipendente dalla concentrazione. «Tutte le verdure presenti nella zuppa e il pollo avevano mostrato singolarmente di provocare una inibizione, sebbene solo il pollo mancasse di attività citotossica. È interessante notare che anche la zuppa completa mancava di attività citotossica. Le zuppe commerciali variavano notevolmente nella loro attività inibitoria. Lo studio presentato, quindi, suggerisce che il brodo di pollo possa contenere un numero di sostanze con attività benefica medicinale. Un effetto anti-infiammatorio potrebbe essere un meccanismo mediante il quale la zuppa potrebbe determinare la mitigazione delle infezioni sintomatiche del tratto respiratorio superiore», si legge nell’estratto allo studio.
 

La ricetta dei ricercatori
I ricercatori forniscono anche una sorta di ricetta perfetta che possiamo facilmente riprodurre in casa:

1 gallina da stufatura da 5 a 6 libbre o pollo da forno;

1 pacchetto di ali di pollo;

3 grandi cipolle;

1 grande patata dolce;

3 pastinache;

2 rape;

11 a 12 grandi carote;

Da 5 a 6 gambi di sedano;

1 mazzetto di prezzemolo;

Sale e pepe a piacere.

Preparazione della zuppa
«Pulire il pollo, metterlo in una pentola capiente e coprirlo con acqua fredda. Porta l'acqua a ebollizione. Aggiungere le ali di pollo, cipolle, patate dolci, pastinache, rape e carote. Far bollire circa un’ora e mezza. Rimuovere il grasso dalla superficie mentre si accumula. Aggiungere il prezzemolo e il sedano. Cuocere la zuppa per circa 45 minuti in più. Rimuovere il pollo. Mettere le verdure in un robot da cucina, in modo da tritarle finemente per farle passare attraverso un colino».
 

Fonti scientifiche:
Chicken Soup Inhibits Neutrophil Chemotaxis In Vitro
Barbara O. Rennard, BA, Ronald F. Ertl, BS, Gail L. Gossman, BS, Richard A. Robbins, MD, FCCP, Stephen I. Rennard, MD, FCCP'Correspondence information about the author MD, FCCP Stephen I. RennardEmail the author MD, FCCP Stephen I. Rennard Pulmonary and Critical Care Medicine Section, Nebraska Medical Center, Omaha, NE.