20 ottobre 2020
Aggiornato 07:30
Servizi per i pazienti diabetici

Diabete: online il nuovo Fand.it, il sito dell’AID per offrire maggiore supporto ai diabetici

Arriva, completamente rinnovato grazie al contributo incondizionato di Takeda, il nuovo Fand.it, il sito dell'Associazione Italiana Diabetici che offre maggiore supporto ai pazienti, con sezioni di approfondimento dedicate al mondo del diabete e alla gestione della malattia

ROMA – Si è completamente rinnovato, Fand.it, il sito dell'Associazione Italiana Diabetici, che è ora online con la nuova versione. Ampliato e migliorato per essere ancora di più un valido sostegno per le persone con diabete in Italia. Totalmente aggiornato nella grafica e nella navigazione, il sito è oggi ricco di informazioni e approfondimenti a disposizione della comunità dei pazienti, con notizie relative alla patologia, dati dal mondo scientifico e aggiornamenti sulle attività dell’Associazione. In pochi clic, riporta un comunicato, è possibile trovare anche materiali utili relativi alle normative dedicate al mondo del diabete, oltre a sezioni realizzate ad hoc per fornire contatti utili e gli eventi in programma su tutto il territorio nazionale.

Un sito 'responsive'
Il nuovo Fand.it è stato reso completamente responsive per andare incontro alle moderne esigenze di fruizione dei contenuti. Nel portale Fand.it, gli utenti possono per esempio entrare in contatto direttamente con il comitato scientifico dell’Associazione. Il sito poi ospita anche la sezione 'Detto tra noi' a cura dei pazienti, dove vengono pubblicati spunti e riflessioni sul vissuto delle persone con diabete: uno spazio dove scoprire le storie di chi convive con questa patologia cronica e condividere esperienze ed emozioni.

Molti gli strumenti, sia online che offline
Gli strumenti off e online dell’Associazione Italiana Diabetici si completano offrendo un servizio a 360 gradi ai pazienti: in occasione della Giornata Mondiale del Diabete del 14 novembre, infatti, FAND è stata fisicamente presente in oltre 100 piazze italiane con i suoi volontari, offrendo la possibilità di effettuare il test dello stick glicemico, utile a rilevare la presenza di zucchero nel sangue. Durante l'evento, circa 45mila persone hanno fatto il test, e a coloro i cui i valori sono risultati fuori norma è stato caldeggiato di recarsi presso il proprio medico curante per approfondimenti. I volontari di FAND sono rimasti a disposizione per offrire anche informazioni e distribuire materiali relativi a corretta alimentazione e stili di vita da adottare. Non solo prevenzione perciò, ma anche tanta informazione veicolata e messa a disposizione anche sul sito dell’Associazione.

Offrire un supporto concreto
«Lavoriamo per fornire concreto supporto ai nostri associati – spiega Albino Bottazzo, Presidente FAND – per questo abbiamo ritenuto importante rafforzare la nostra presenza sul web. FAND intende confermarsi punto fermo e porto sicuro per le sue 120 associazioni presenti in quasi tutte le regioni d’Italia a supporto di tutti i pazienti che afferiscono alle unità di diabetologia e, praticamente, per tutta la comunità di persone con diabete in Italia. La FAND è un baluardo contro il depotenziamento dell’assistenza nei confronti delle persone con diabete, in osservanza della legge 115/87, tuttora vigente ma spesso ignorata dalle mille sanità regionali».

Il sostegno delle associazioni di pazienti
«Takeda realizza la propria missione anche attraverso il sostegno alle Associazioni di Pazienti, quali FAND per il diabete, area nella quale siamo da tempo impegnati con valide soluzioni terapeutiche – sottolinea Alfonso Gentile, Medical & Regulatory Director di Takeda Italia – Per sua natura, il diabete è una patologia che richiede costante monitoraggio, attenzione e tanta informazione. Per questo le persone che ne sono affette devono poter contare su fonti certe, affidabili e semplici da consultare, capaci di soddisfare le loro esigenze d’informazione».