Fake news

Attenzione ai falsi richiami di prodotti alimentari su Facebook e WhatsApp: il caso Mutti

Fake news o bufale sul richiamo di prodotti alimentari circolano da qualche tempo su Facebook e WhatsApp. Lo comunica il Ministero della Salute, che avverte di stare attenti e di informarsi correttamente. Il caso dell'arsenico nella passata Mutti

Fake news sul richiamo prodotti alimentari
Fake news sul richiamo prodotti alimentari (karen roach | shutterstock.com)

ROMA – Il Ministero della Salute mette in guardia da fake news o bufale che ultimamente circolano su Facebook e WhatsApp circa il ritiro o richiamo di prodotti alimentari contaminati o per altri motivi. In una nota, il Ministero precisa che qualche giorno fa circolava la 'voce' che la passata di pomodoro della ditta Mutti S.p.A. fosse contaminata da arsenico. Niente di più falso, si precisa. I Ministero della Salute consiglia ai consumatori di informarsi sempre e in modo adeguato circa la fonte delle notizie e «sulla veridicità di tali documenti pubblicati in rete». Si ricorda che i richiami dei prodotti alimentari predisposti dagli Operatori del Settore Alimentare (OSA) a seguito di non conformità a controlli ufficiali sono quelli pubblicati nell’apposita pagina del Portale del Ministero.
Nel frattempo, un vero richiamo uscito oggi è quello che riguarda la farina per polenta della ditta Vitali. Che si può vedere QUI.