Glifosato

Glifosato anche nel gelato Ben&Jerry's, birra e soia

Il glifosato si trova anche nei gelati Ben&Jerry's? Non solo. Pare che sia possibile trovare il pesticida praticamente in qualsiasi alimento. Ecco perché

Gelato contaminato da glifosato
Gelato contaminato da glifosato (Viktor1 | Shutterstock)

Pare che di questi tempi siano pochi gli alimenti che si salvano. Se non sono contaminati da micotossine, ci troviamo al loro intero sostanze estranee o nocive. Una di queste è il famoso glifosato, un potente pesticida di cui si è parlato molto nei giorni precedenti. A quanto pare, però, l’erbicida in questione non si trova soltanto nella pasta o nei farinacei come sarebbe logico pensare, ma anche nei prodotti apparentemente innocenti come il gelato Ben&Jerry's.

Ancora nessuna certezza
Per amor d’informazione è bene sottolineare che attualmente non abbiamo ancora nessuna certezza sulla presenza di glifosato nel gelato Ben&Jerry's. Per ora si tratta di una denuncia che è stata fatta all'Europarlamento del gruppo dei Verdi. Ma nessuno pare aver confermato ancora tale tesi. Sembra, però, che il gruppo in questione abbia collaborato con scienziati e organizzazioni non-governative allo scopo di smascherare alimenti insospettabili per la presenza dell’erbicida.

Venduto in quattro paesi europei
Il gelato Ben&Jerry's – un marchio americano - viene attualmente commercializzato in quattro paesi europei: Francia, Regno Unito, Olanda e Germania. È, tuttavia importante sottolineare, che il prodotto non presenta alti livelli di glifosato ma sembra essere al di sotto dei limiti di sicurezza per la salute umana.

Quali sono i limiti di sicurezza?
Ciò che più dà da pensare sono questi famosi limiti di sicurezza. Probabilmente se durante il giorno consumiamo solo una piccola quantità di gelato Ben&Jerry's non ci sarebbero effetti avversi sulla nostra salute. Ma se ci cibiamo di diversi alimenti che contengono pesticidi i problemi, probabilmente, comincerebbero a esserci. Infatti tali sostanze sembrano essere ormai dappertutto. «Stiamo trovando il glifosato ovunque», ha dichiarato Bart Staes, deputato europeo belga. «Lo scorso anno ne avevamo trovato grandi quantità nelle birre tedesche e ora abbiamo le prove della sua presenza nei gelati Ben&Jerry's». È anche importante ricordare che alcuni ricercatori hanno voluto testare l’effetto del glifosato negli animali. Per farlo hanno somministrato alle cavie una dose 25 volte inferiore a quella reperita nei gelati. Dopo due anni hanno evidenziato danni alla tiroide, reni e fegato.

Oltre il 90% dei prodotti sono contaminati
La presenza di glifosato sta diventando un problema serio, è stato infatti trovato «in 13 su 14 esemplari». E la quantità massima è di «1,23 nanogrammi per millilitro», secondo quanto dichiarato da John Fagan, ricercatore presso l’HRI Labs dell’Health Research Institute. Jan Tytgat, un tossicologo che lavora presso il KU Leuven, racconta che il glifosato «lo abbiamo trovato già in birra, soia e pane, e ora persino nel ghiaccio». L’unica buona notizia riguarda invece il gelato, su quattro prodotti testati solo uno ha rilevato la presenza del pericoloso pesticida.

Come fa un gelato a essere contaminato dal glifosato?
Il motivo è facilmente intuibile: la contaminazione avviene in seguito all’alimentazione – evidentemente ricca di glifosato – delle mucche. A suggerirlo è Pat Thomas, direttrice della ong Beyond Gm. Gli animali, alimentati per lo più con soia geneticamente modificata, producono un latte nel quale è contenuto una parte del glifosato che hanno ingerito. Potrebbe però anche derivare dal burro o dai biscotti che generalmente vengono aggiunti alla preparazione dolciaria.

Non solo glifosato
Pare che i nostri alimenti – gelati compresi – non contengano solo pesticidi, ma anche altre sostanze pericolose per la salute. Il biologo francese Gilles-Eric Seralini ha infatti il sospetto che all’interno si trovi ben altro. «Sono abbastanza sicuro che in questi gelati oltre al glifosato ci siano residui di petrolio e livelli di arsenico che creano problemi di salute nei bambini e negli adulti che li consumano abitualmente». Insomma, è quasi impossibile essere sicuri di ciò che si mangia quotidianamente. E i rischi della salute sono molti, probabilmente tanti di più di quelli che si sospettano. D’altro canto i Verdi continuano la loro battaglia per vietare l’utilizzo del glifosato nel nostro paese e nel resto dell’Europa.