21 settembre 2019
Aggiornato 06:30
Noci e frutta secca per non ingrassare

Frutta secca, la buona soluzione contro obesità e sovrappeso. Ecco perché

La soluzione anti-obesità, sovrappeso e per perdere i chili di troppo non si trova chissà dove, ma nella frutta secca a guscio come noci, nocciole, mandorle, pistacchi e anche arachidi. La verità sul perché non fanno ingrassare

Frutta secca anti-obesità
Frutta secca anti-obesità Shutterstock

CALIFORNIA – La frutta secca a guscio, non solo non fa ingrassare come molti credono, ma al contrario è un vero e proprio ‘rimedio’ anti-obesità, sovrappeso e, perché no, per perdere chili. Lo afferma un nuovo studio pubblicato nell’edizione online della rivista European Journal of Nutrition, e condotto dai ricercatori della School of Public Health della Loma Linda University (LLUSPH), in collaborazione con l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro. Gli scienziati hanno infatti scoperto che coloro che includono nella loro dieta la frutta secca a guscio come noci, nocciole, mandorle, pistacchi e anche arachidi (che però sono dei legumi) hanno maggiori probabilità di ridurre il loro perso corporeo e ridurre il rischio di sovrappeso e obesità.

Lo studio
Gli scienziati guidati dal prof. Joan Sabaté, direttore del Centro per la nutrizione, lifestyle e la prevenzione delle malattie alla LLUSPH, hanno analizzato i dati relativi alla dieta e lo stile di vita di oltre 373.293 cittadini europei di età compresa tra i 25 e i 70 anni. Lo studio è durato ben 5 anni, durante i quali Sabaté, insieme al dottor Heinz Freisling, PhD, un epidemiologo nutrizionale del gruppo di metodologia e biostatistica dello IARC di Lione, in Francia, ha trovato che i partecipanti hanno guadagnato una media di 2,1 chilogrammi durante il periodo di studio. Tuttavia, la maggior parte di coloro che avevano mangiato della frutta secca a guscio non solo avevano guadagnato meno peso rispetto ai loro coetanei, ma hanno anche goduto di un rischio inferiore del 5% di diventare sovrappeso o obesi. In sostanza, noci e company avevano agito come anti-obesità.
Nello specifico, il team ha analizzato le informazioni sulle pratiche dietetiche e sugli indici di massa corporea (BMI) lavorando con i dati raccolti dall’indagine europea prospettica sul cancro e sulla nutrizione. Dopo aver estratto e analizzato i dati e riportato i risultati, questi sono stati accolti da altri 35 scienziati di ricerca provenienti da 12 Paesi europei e dalla Malesia che, a loto volta, hanno esaminato il documento prima della pubblicazione.

Le virtù anti-obesità delle noci
Al contrario di quanto ritenuto per molto tempo, la frutta secca a guscio ha rivelato di possedere virtù anti-obesità. Il dottor Sabaté commentando i risultati dello studio ha infatti detto che molte persone hanno storicamente assunto che le noci – un cibo consistente e ad alto contenuto di grassi – non sono una buona scelta per gli individui che vogliono perdere peso. I risultati, tuttavia, contraddicono questa ipotesi. «Per me – sottolinea Sabaté nel comunicato della Loma Linda – questo conferma che le noci non sono un cibo obesogeno [che favorisce o causa obesità]».
La coppia di ricercatori ha già valutato la frutta secca in passato e ha scoperto che è associata positivamente a una serie di benefici per la salute, incluso un sano invecchiamento e il migliorare la funzione della memoria negli anziani. Questo studio, tuttavia, rappresenta la prima volta che si è studiata su larga scala la relazione tra noci e peso. Le arachidi, che sono tecnicamente legumi, sono state incluse nello studio insieme a mandorle, nocciole, pistacchi e noci, classificate come frutta secca a guscio.

La frutta secca sazia
Il prof. Sabaté ha dichiarato di aver apprezzato il fatto che i 10 Paesi partecipanti rappresentino un’ampia varietà di pratiche dietetiche. «Spagnoli, italiani e greci mangiano cibi molto diversi dagli scandinavi e dai tedeschi», ha dichiarato. Dato che in passato la maggioranza degli studi epidemiologici si è concentrata esclusivamente su coorti americane, i ricercatori si sono domandati se questo, insieme a fattori unici per lo stile di vita americano, possa aver influenzato l’esito di alcuni studi. Secondo Sabaté, la frutta secca a guscio dovrebbe essere degna di maggior apprezzamento di quanto normalmente riceva. «Le noci sono cibo ‘fast-food’ creato dalla natura – spiega Sabaté – Potete conservarle a temperatura ambiente e portarle in tasca. Non strapperanno i tuoi vestiti come caramelle o un hamburger. Quelle sono caratteristiche di un cibo ideale da mangiare in qualunque momento, ovunque». Gli autori dello studio raccomandano alle persone di mangiare più spesso la frutta secca, sottolineando che offre energia, grassi buoni, proteine, vitamine, minerali e prodotti fitoterapici. «Mangiate frutta secca durante il pasto. Mettetela al centro del piatto per sostituire i prodotti animali. E’ molto saziante», conclude Sabaté.