24 luglio 2019
Aggiornato 07:00
Rimedi naturali per il mal di testa

Mal di testa: i rimedi naturali per combatterla

Tutti i rimedi naturali per combattere cefalea ed emicrania confermati dalla scienza. Come utilizzarli per contrastare sintomi dolorosi, nausea e vomito

Mal di testa rimedi naturali
Mal di testa rimedi naturali Shutterstock

Il mal di testa è uno dei disturbi più diffusi. Si stima che, solo in Italia, ben sei milioni di persone abbiano sperimentato episodi di cefalea ed emicrania, di cui ben il 90% ripetuti nel corso degli anni. E non si tratta di un problema tipico dell’età adulta: anche tra i bambini si registrano tre casi su dieci. Va da sé che se il dolore si presenta con una certa frequenza, la causa andrebbe approfondita con il proprio medico curante o uno specialista. D’altro canto la natura ci mette a disposizione diversi metodi per contrastarne i sintomi. Ecco quali sono e come utilizzarli.

Partenio, il rimedio naturale per combattere cefalea ed emicrania
Tra i vari rimedi naturali il partenio è uno dei migliori per contrastare la sintomatologia dolorosa. I suoi benefici sarebbero resi possibili grazie alla presenza di antiossidanti e del suo principio attivo principale, il partenolide. Quest’ultimo svolge un’azione analgesica in caso di cefalea modulando al tempo stesso i lumi dei vasi sanguigni che si trovano a livello cerebrale. Un recente studio pubblicato su The Lancet ha evidenziato come l’estratto liofilizzato sia in grado di ridurre gli episodi di emicrania, cefalea e i sintomi correlati, compresi nausea e vomito. Inoltre il partenio è coinvolto nel meccanismo di produzione della serotonina.

Il problema serotonina
Alcuni ricercatori hanno evidenziato come i pazienti affetti da emicrania avevano ridotti livelli di serotonina prima di un attacco doloroso. Pare, tuttavia, che il problema fosse facilmente contrastabile migliorando la salute intestinale e la relativa flora batterica. Il microbiota, infatti, pare produrre oltre l’ottanta per cento della serotonina presente nel corpo.

Se è colpa dello stress, meglio affidarsi allo zenzero
Se gli episodi dolorosi sono causati dallo stress che provoca contratture muscolari, lo zenzero potrebbe esserci d’aiuto. Uno studio condotto in Danimarca, infatti, ha evidenziato come la spezia asiatica sia in grado di eliminare il dolore dopo trenta minuti. Ma non solo: i ricercatori ritengono che il rimedio sia efficace quanto il Sumatripan, un noto farmaco anti-emicrania.

Olio essenziale di lavanda
Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Mashhad of Medical Sciences ha coinvolto 47 pazienti affetti da emicrania, che sono stati poi suddivisi in due gruppi. Il primo ha utilizzato l’olio essenziale di lavanda, mentre il secondo è stato sfruttato come gruppo di controllo, ovvero un gruppo che non utilizzava alcun rimedio terapeutico. Metà dei volontari, quindi, ha inalato la lavanda per 15 minuti continuati in maniera ripetitiva, nell’arco di due ore. Mentre al gruppo placebo è stata fatta inalare paraffina liquida. Durante lo studio sono stati rilavati 129 attacchi di cefalea. E ben 92 di questi hanno risposto positivamente all’inalazione dell’olio essenziale di lavanda. Alcuni volontari hanno assistito a una diminuzione dell’intensità dei sintomi e altri addirittura alla loro scomparsa. I risultati ottenuti con il placebo sono invece stati nettamente inferiori.

Luce verde
Alcuni ricercatori hanno voluto testare l’efficacia della terapia della luce. E pare siano riusciti a ottenere buoni risultati. Il team del Beth Israel Deaconess Medical Center (BIDMC), coordinato dal professor Burstein ha scelto di misurare l’ampiezza dei segnali elettrici generati dalla retina nell’occhio e dalla corteccia cerebrale dei pazienti, a seguito dell’esposizione ai diversi colori di luce. Questo perché, nelle persone sofferenti di emicrania e mal di testa la sensibilità alla luce, o fotofobia, è un sintomo frequente. A seguito dei vari test, gli scienziati hanno scoperto che la luce blu o rossa genera ampi segnali sia nella retina che nella corteccia, mentre la luce verde li riduce. «Questi risultati – ha commentato Burstein – offrono una reale speranza per i pazienti con emicrania e un percorso promettente per ricercatori e medici». Al fine di ridurre gli attacchi, il prof. Burstein sta lavorando per sviluppare una lampadina che emetta luce verde «pura», ovvero a banda di lunghezza d’onda stretta e a bassa intensità. Per ora dobbiamo accontenarci di fare qualche test casalingo con una semplice lampadina colorata.

[1] M Maghbooli, F Golipour, A Moghimi Esfandabadi, M Yousefi. Comparison between the efficacy of ginger and sumatriptan in the ablative treatment of the common migraine. Phytother Res. 2014 Mar;28(3):412-5. doi: 10.1002/ptr.4996.

[2] Eur Neurol. 2012;67(5):288-91. doi: 10.1159/000335249. Epub 2012 Apr 17. Lavender essential oil in the treatment of migraine headache: a placebo-controlled clinical trial. Sasannejad P1, Saeedi M, Shoeibi A, Gorji A, Abbasi M, Foroughipour M.

[3] Phytomedicine. 1995 Oct;2(2):93-102. doi: 10.1016/S0944-7113(11)80053-X. Essential plant oils and headache mechanisms. Göbel H1, Schmidt G, Dworschak M, Stolze H, Heuss D.