5 giugno 2020
Aggiornato 02:30
Diabete e alcol

Vino: fino a 4 bicchieri a settimana per prevenire il diabete

Il rischio di diabete ridotto fino al 31% con un bicchiere di vino alla sera. Ma non bisogna superare i quattro bicchieri a settimana. Benefici anche con la birra

4 bicchieri di vino riducono il rischio di diabete
4 bicchieri di vino riducono il rischio di diabete Shutterstock

ODENSE - Buone news per gli amanti del vino rosso: berlo periodicamente fino a un massimo di quattro bicchieri a settimana, sembra ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. È quanto emerge da una recente ricerca pubblicata su diabetologia. Ecco tutti i risultati dello studio.

Il miglior alcolico
Tutti sappiamo che l’alcol non è uno degli ingredienti più salutari. Tuttavia il vino, forse grazie ai suoi antiossidanti, sembra essere particolarmente benefico per la nostra salute. In particolare per ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Ad asserirlo sono alcuni ricercatori danesi che hanno condotto uno studio su oltre settantamila persone. D’altro canto gli scienziati hanno anche scoperto che le donne che consumavano super alcolici assistevano, al contrario, a un aumento del rischio. Quindi, ciò che fa la differenza è anche il tipo di bevanda che assumiamo.

Non bisogna esagerare
I ricercatori ci tengono però a sottolineare che il fatto che il vino possa apportare alcuni benefici, non deve diventare una scusa per berne in abbondanza. «Abbiamo scoperto che la frequenza ha un effetto indipendente rispetto al quantitativo di alcol assunto. Quello che possiamo dire è che c'è un effetto migliore nel bere alcolici in quattro porzioni rispetto a un'unica consumata dose tutta insieme», ha dichiarato Janne Tolstrup del National Institute of Public Health dell'University of Southern Denmark, prima autrice dello studio.

Lo studio
Lo studio, condotto su larga scala, ha voluto esaminare il consumo di alcol dei volontari, in cinque anni. In tale arco di tempo oltre 1.700 persone avevano sviluppato il diabete. Più precisamente, 859 uomini e 887 donne. Confrontando i dati degli individui sani e delle persone affette da diabete, i ricercatori hanno concluso che consumare esigue quantità di vino tre-quattro volte alla settimana riduce il rischio di sviluppare il diabete. Pare che ciò sia leggermente diverso se si tratta di una donna o di un uomo. La riduzione del rischio, infatti, si verificherebbe nel 32% nelle donne e nel 27% negli uomini - se rapportato a persone che bevono meno di un bicchiere a settimana.

E la birra?
Forse molti di voi si staranno chiedendo se i benefici si estendono anche al consumo di birra che, tra le altre cose, possiede una gradazione alcolica inferiore. Secondo i risultati ottenuti dai ricercatori, anche la birra svolgerebbe un effetto benefico, riducendo il rischio di sviluppare il diabete del 21% consumando da uno a sei dosi a settimana. Tali benefici, tuttavia, pare si verifichino solo ed esclusivamente negli uomini. «La creazione di un meccanismo biologico per il funzionamento di questo effetto protettivo è fondamentale per capire i risultati di questi tipi di studio», ha commentato il dottor Graham Wheeler, dell’University College London.

Dosi diverse per uomo e donna
Il dottor Ronald Tamler, direttore dell'Istituto di diabete di Monte Sinai, ha fatto alcune osservazioni alla ricerca danese: «raccomando di bere fino a una dose al giorno per le donne e due al giorno per gli uomini. […] I miei pazienti sono felici quando confessano di bere un bicchiere di vino durante la cena, e dico loro che dovrebbero sentirsi liberi di continuare la loro routine serale», spiega Tamler al Time. «Tuttavia, non consiglio ai miei pazienti di iniziare a bere solo per ridurre il rischio di sviluppare il diabete. Una volta che qualcuno ha il diabete, diverse forme di alcol possono generare effetti molto diversi. La birra può aumentare i livelli di zucchero nel sangue (carboidrati) mentre i super alcolici possono portare a livelli di glucosio pericolosamente bassi».

L’alcol fa male alla salute?
Gli scienziati danesi hanno voluto anche indagare a fondo sul ruolo dell’alcol sulla salute umana. Dai loro risultati è emerso che assumere alcol in basse quantità – più volte a settimana - protegge l’apparato cardiovascolare. Di contro, però, aumenta il rischio di malattie gastrointestinali. In particolare pancreatiti e patologie epatiche. «L'alcol è associato a 50 diversi problemi di salute, dunque non è il caso di suggerire di bere alcolici», conclude Tolstrup in un’intervista alla BBC.

[1] Alcohol drinking patterns and risk of diabetes: a cohort study of 70,551 men and women from the general Danish population. Charlotte HolstUlrik BeckerMarit E. JørgensenMorten GrønbækJanne S. Tolstrup. Diabetologia

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal