8 dicembre 2019
Aggiornato 15:00
Salute

Oms: un nuovo malato di demenza ogni 3 secondi. Varato il piano globale

Varato un piano globale per fronteggiare l’emergenza demenza. Secondo l’Oms, nel mondo, viene fatta una diagnosi ogni tre secondi. Quali le azioni

Demenza, un problema mondiale
Demenza, un problema mondiale Shutterstock

GINEVRA – l’Assemblea Mondiale della Sanità riunita a Ginevra ha varato il piano globale per fronteggiare l’emergenza demenza – con la malattia di Alzheimer al primo posto. Secondo l’Oms, questo tipo di patologia che interessa il cervello colpisce nel mondo una persona ogni 3 secondi. Ecco perché è necessario agire presto e bene.

Agire
Con il piano appena discusso, l’Assemblea Mondiale della Sanità invita i Governi ad agire immediatamente. Si dovranno così sviluppare cure, finanziare ricerche e sostenere i familiari delle persone colpite dalla demenza e le malattie correlate. Le demenze si ritiene possano avere diverse cause, sia fisiologiche, genetiche che ambientali. Di queste patologie, l’Alzheimer rappresenta circa il 60%. Si calcola che in tutto il mondo oggi ci siano circa 47 milioni di persone con una qualche forma di demenza. In Italia, si stima che i malati siano circa 1 milione e 200mila persone.

Creare comunità
Il piano globale di lotta alle demenze prevede, tra l’altro, l’eradicazione dello stigma che ruota attorno alla malattia. S’intende offrire un supporto adeguato sia ai malati che a chi sta loro accanto, che spesso necessitano proprio di tutto l’aiuto possibile. Per questo motivo, la Federazione Alzheimer Italia si occupa di creare delle cosiddette ‘comunità amiche’ delle persone con demenza. Una comunità di questo genere può essere un villaggio, un paese, un quartiere… Qui, ci si occupa di supportare le persone con demenza e i loro familiari, oggi più che mai sempre più numerosi a dover affrontare questo genere di problematiche.