23 gennaio 2021
Aggiornato 15:30
Rimedi naturali

Semi di psillio: così ritrovi la regolarità intestinale e il peso forma

Tutte le proprietà e i benefici dei semi di psillio. Come si usano, le dosi, gli effetti collaterali e le controindicazioni

I semi di psillio sono ricavati da una pianta tipica – la Plantago Psyllum – dei Paesi orientali. Il loro punto di forza risiede nella sua gran quantità di mucillagini che migliorano il transito intestinale. Tuttavia le proprietà dello psillio non finiscono qui: proteggono l’apparato cardiovascolare e migliorano il peso corporeo.

Contro la stitichezza i semi di psillio
Lo psillio è uno dei più noti lassativi naturali che agisce in maniera del tutto meccanica. A contatto con l’acqua, infatti, i semi hanno la peculiarità di gonfiarsi moltissimo – fino a 30 volte il loro peso. In questa maniera producono una sorta di gel che ammorbidisce le feci e incrementa la massa fecale.

Ottimi anche in caso di emorroidi
Altra peculiarità dei semi di psillio è la loro azione estremamente lubrificante utile in caso ragadi, emorroidi, diverticolite e sindrome del colon irritabile. I semi hanno la splendida virtù di fungere da spazzini delle pareti intestinali, per tale motivo prevengono anche infiammazioni, coliti e danni meccanici.

Un rimedio sicuro
Lo psillio è considerato un rimedio molto sicuro adatto anche a donne in gravidanza e bambini o per tutti quei soggetti che non possono assumere lassativi forti.

  • Lo sapevi?
    i semi di psillio possono essere usati anche in caso di diarrea perché sono in grado di assorbire l’eccesso di liquidi.

Un prebiotico naturale
Assumere semi di psillio insieme ad alimenti fermentati (come crauti, yogurt e kefir) può essere un’ottima strategia per mantenere in piena salute il nostro intestino – e non solo viste le relazioni tra microbiota e benessere. I semi di psillio, infatti, svolgono anche azione prebiotica, ovvero forniscono nutrimento alla nostra flora batterica. Tutti sappiamo che i batteri che popolano il nostro intestino possono essere di tipo buono o cattivo. I batteri buoni insieme ai semi di psillio danno origine a grassi a catena corta come il famoso acido butirrico, essenziale per proteggere l’organismo dal cancro al colon.

Migliora le funzioni dell’apparato cardiovascolare
I semi di psillio sembrano migliorare anche le funzioni dell’apparato cardiovascolare: il gel che si forma a livello intestinale rallenta l’assorbimento degli zuccheri e riduce i livelli di colesterolo ematico (riduzione del 20%). In questo modo, usati regolarmente, aiutano a migliorare la salute di cuore e arterie.

Aiuta a ridurre il peso corporeo
I semi di psillio sembrano essere utili anche nel miglioramento del peso corporeo. Secondo un recente studio pubblicato su PlosOne, 6 grammi di semi di psillio al giorno per un mese e mezzo di terapia, hanno dimostrato di migliorare la distribuzione del grasso corporeo e il profilo lipidico associato alla sindrome metabolica.

Semi di psillio: come si usa e dosi
A seconda del grado di stitichezza si possono assumere da uno a tre cucchiaini di semi al giorno (max 15-20 grammi al giorno). Per ogni cucchiaino è necessario aggiungere 200 ml di acqua o altro liquido (per esempio succo di arancia appena spremuto) e lasciar macerare per almeno un’ora prima dell’assunzione. In commercio si trovano anche gli estratti di semi che vanno usati a dosi inferiori: mediamente due grammi al giorno.

Effetti collaterali
Dosi eccessive possono causare distensione addominale o nausea. L’assunzione prima di coricarsi potrebbe dar luogo a ostruzioni esofagee.

Controindicazioni dello psillio
Evitare in caso di ostruzioni meccaniche dovute a ernie, endometriosi o neoplasie uterine. Vietato in caso di megacolon tossico.

Interazioni con i farmaci
I semi di psillio riducono anche l’assorbimento di alcuni principi attivi. Per tale ragione è consigliabile assumere i farmaci almeno un’ora prima dei semi di psillio. Inoltre sembrano potenziare gli effetti dei farmaci che riducono il colesterolo e ridurre quella di anticoagulanti, antidiabetici, vitamine e minerali.

[1] J Diabetes Complications. 1998 Sep-Oct;12(5):273-8. Lipid- and glucose-lowering efficacy of Plantago Psyllium in type II diabetes. Rodríguez-Morán M, Guerrero-Romero F, Lazcano-Burciaga G.

[2] Acta Pharm. 2010 Sep;60(3):339-48. doi: 10.2478/v10007-010-0028-5. Evaluation of binding properties of Plantago psyllium seed mucilage. Saeedi M, Morteza-Semnani K, Ansoroudi F, Fallah S, Amin G.

[3] J Clin Gastroenterol. 2008 Sep;42 Suppl 3 Pt 2:S174-6. doi: 10.1097/MCG.0b013e31817f183a.Evaluation of prebiotic potential of refined psyllium (Plantago ovata) fiber in healthy women. Elli M, Cattivelli D, Soldi S, Bonatti M, Morelli L.

[4] PLoS One. 2012; 7(7): e41735. Published online 2012 Jul 27. doi: 10.1371/journal.pone.0041735 PMCID: PMC3407232 Psyllium Supplementation in Adolescents Improves Fat Distribution & Lipid Profile: A Randomized, Participant-Blinded, Placebo-Controlled, Crossover Trial Martin de Bock, José G. B. Derraik, Christine M. Brennan, Janene B. Biggs, Greg C. Smith, David Cameron-Smith, Clare R. Wall, and Wayne S. Cutfield, François Blachier.