26 gennaio 2020
Aggiornato 19:30
Salute donna

Menopausa, una donna su 3 ne sa poco perché non ha mai ricevuto informazioni

Una guida ad hoc della Società italiana ginecologia e ostetricia rimedia alla carenza di informazioni sulla menopausa. Secondo un'indagine una donna su tre non mai ricevuto informazioni al riguardo

ROMA - Le donne sanno poco della menopausa, e c'è poca consapevolezza al riguardo. I dati parlano chiaro: un'italiana su tre non ha mai ricevuto informazioni a riguardo e il 23% vorrebbe invece conoscere meglio quali sono i principali fattori di rischio per la salute.

Una guida per far luce
A seguito di questa constatazione, la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) ha pubblicato la guida "Menopausa Meno... Male. Scopri come Viverla al Meglio", la prima interamente dedicata a questa delicata fase della vita femminile. Nelle prossime settimane sarà distribuita nei reparti di ginecologia dei nostri ospedali, consultori e ambulatori di medici specialisti e di medicina generale di tutto il territorio nazionale. «La menopausa non deve più essere considerata un tabù o un sinonimo esclusivo di invecchiamento - afferma il prof. Paolo Scollo Presidente Nazionale della SIGO -. Oggi grazie all'allungamento dell'aspettativa di vita, a poche e semplici regole di prevenzione e alle terapie innovative, è possibile mantenere inalterata la qualità di vita anche dopo la fine del ciclo mestruale. Con questo opuscolo vogliamo fornire un valido supporto e uno strumento di informazione per tutte le donne». La guida fa parte del progetto "SIGO Menopausa Meno... Male" che è realizzato grazie ad un educational grant di MSD.

Una collaborazione
L'iniziativa vede la collaborazione di diverse società scientifiche come l'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), la Società Italiana di Endocrinologia (SIE) e la Fondazione Insieme contro il Cancro. Si articola attraverso un sito internet dedicato, menopausamenomale.org; la distribuzione di materiale informativo; l'elaborazione di sondaggi e survey tra la popolazione e le società scientifiche, l'organizzazione di dibattiti pubblici e la formazione del personale medico. «L'obiettivo è far comprendere all'interna società come devono essere affrontati i cambiamenti di questo periodo della vita femminile - aggiunge Scollo -. Le trasformazioni a cui ogni donna deve andar incontro sono molteplici ma possono rappresentare una possibilità di evoluzione e miglioramento. E'perciò indispensabile affrontare la menopausa con il giusto approccio».