27 maggio 2019
Aggiornato 16:00
Ayurveda e cure naturali per la sinusite

Sinusite e cefalee addio con rosa canina eucalipto e niaouly

Fitoterapia e metodi ayurvedici per prevenire e curare la sinusite. Per ridurre il mal di testa, prova con la menta piperita.

ROMA – Nei mesi invernali la sinusite è un fenomeno abbastanza frequente, specie nei soggetti predisposti. Nello specifico, si tratta di un processo infiammatorio che, se non trattato bene, può cronicizzare. Chi soffre di allergie respiratorie può sviluppare con estrema facilità una sinusite.

I sintomi della sinusite
I sintomi più comuni della sinusite sono il classico «naso chiuso» causato dalla congestione nasale, e si manifesta con occhi gonfi, alitosi, cefalea e in alcuni casi anche febbre e tosse.

Le cause della sinusite
Accade molto spesso che durante un raffreddore la mucosa nasale s’infiammi e che la flogosi si estenda ai seni paranasali – quelle cavità che si trovano ai lati del naso e sulla fronte. Se il normale processo di «difesa» non funziona correttamente, si riempiono di muco e diventano maggiormente predisposte agli attacchi batterici.

La prevenzione è importante: evita la sinusite con Jala Neti
Al fine di prevenire ulteriori attacchi batterici nei mesi invernali o nei periodi in cui si è maggiormente predisposti alle allergie, vi è un metodo molto antico, che viene consigliato dalla medicina ayurvedica: Jala Neti. Si tratta di una pulizia nasale eseguita con uno strumento chiamato neti lota.  Dettato direttamente dai metodi purificazioni dell’Hata Yoga, permette di evitare l’attacco di microorganismi nocivi, di migliorare la respirazione e lo stato di salute generale, alleviando anche stanchezza e cefalea.

Come si fa l’irrigazione nasale con il Neti Lota
La pulizia nasale Jala Neti, si fa versando 500 ml di acqua tiepida nel neti lota e un cucchiaio circa di sale marino integrale o dell’Himalaya. Una volto sciolto il sale ci si avvicina al lavabo del bagno e si inserisce il beccuccio del contenitore in una narice, piegando la testa e inclinandola in avanti verso il lavandino, dalla parte opposta. Se eseguito correttamente, l’acqua dovrà uscire dalla narice opposta da quella in cui è stata versata. Dopo aver ripetuto l’operazione anche dall’altra parte (250 ml per narice), è bene soffiare delicatamente l’acqua verso l’esterno chiudendo con il dito indice una narice per volta.

Se il muco è molto denso affidati ai suffumigi
In alcuni casi l’infiammazione non riesce a ridursi a causa dell’eccessiva densità del muco. Per eliminarlo più facilmente prova a fare dei suffumigi con alcuni oli essenziali antibatterici, specifici per la sinusite.

Preparali così: fai bollire un litro di acqua in una piccola pentola, aggiungi un cucchiaio di bicarbonato o sale dell’Himalaya miscelato con 3 gocce di olio essenziale di niaouly, 1 di timo e 3 di eucalipto. Inala i vapori, ponendo un asciugamano davanti alla fronte per evitare che vegano dispersi. Attenzione a non scottarti con l’acqua bollente!

Spegni le infiammazioni con l’infuso di rosa canina e ribes nero
Le bacche di rosa canina, che si raccolgono nei mesi autunnali, sono ricchissime di vitamina C, flavonoidi e tannini che aiutano a ridurre l’infiammazione potenziando il sistema immunitario. Versa in 200 ml di acqua a 80 gradi Celsius un cucchiaio scarso di bacche di rosa canina. Lascialo in infusione per una decina di minuti, quindi filtra il tutto con un colino. Non appena si sarà intiepidita, aggiungi alcune gocce di macerato glicerinato di ribes nigrum se si tratta di un problema ricorrente, o della tintura della stessa pianta se è una forma acuta. Un altro rimedio antinfiammatorio molto utile è la radice di Echinacea.

Per ridurre il mal di testa, prova con la menta piperita
Se il dolore alla testa è molto forte, prova a preparare una miscela con un cucchiaio di olio di mandorle dolci e poche gocce (2 o 3) di olio essenziale di menta piperita. Miscela bene con le dita, poi esegui un delicato massaggio sulle tempie, premendo in senso circolare con l’indice. Ripeti la stessa operazione anche nell’arco sopraccigliare, nelle fossette situate ai lati del naso e sul punto centrale della testa. Per trovarlo, appoggia il polso alla radice del naso ed estendi la mano verso il cuoio capelluto. Dove arriva l’unghia del dito medio, è il punto che occorre massaggiare. Questa operazione ti aiuterà anche a migliorare la concentrazione a scuola o in ufficio.