25 aprile 2019
Aggiornato 15:30
La chimica in casa

Menopausa precoce, possono essere il make-up e i detersivi

Esposizioni quotidiane a prodotti chimici presenti in plastica, detergenti, detersivi, trucchi e prodotti per la cura personale sono stati trovati essere dei possibili inneschi di un precoce declino della funzione ovarica

ST. LOUIS – A molte donne capita di avere una menopausa precoce, ossia prima dei classici 50 anni. Ma questo non è normale. I motivi possono essere diversi e tra questi potrebbero esserci il make-up, l’uso quotidiano di prodotti per la cura personale, detersivi e materiali plastici.

ANNI PRIMA – Pulire casa, curare il proprio aspetto, cucinare… sono tutte azioni quotidiane che ognuno compie regolarmente. Ma chi poteva pensare che potessero invece essere dannose per la salute del sistema riproduttivo? I ricercatori della Washington University School of Medicine hanno infatti scoperto che le sostanze chimiche cui le donne vengono a contatto possono anticipare la menopausa da 2 a 4 anni. Lo hanno scoperto analizzando i livelli di 111 sostanze presenti nel sangue e nelle urine di molte donne, trovando che i sospetti erano fondati.

FUNZIONE OVARICA KAPUTT – Le sostanze sospettate di interferire con la naturale produzione e distribuzione degli ormoni nel corpo, sarebbero dunque anche responsabili di un precoce declino della funzione ovarica. Le donne con più alti livelli di queste sostanze nel corpo sono infatti state oggetto di diagnosi di menopausa precoce, rispetto a quelle che avevano bassi livelli. Lo studio, pubblicato su PLoS One e coordinato dalla dott.ssa Ambra Cooper, ha pertanto mostrato che queste sostanze possono avere effetti avversi. «Le sostanze chimiche correlate a una menopausa precoce possono portare a un anticipato declino della funzione ovarica», commenta la dott.ssa Cooper.

SI RISCHIANO ANCHE ALTRE MALATTIE – Un calo della funzione ovarica non solo può influenzare negativamente la fertilità, ma può anche portare allo sviluppo anticipato di malattie cardiache, osteoporosi e altri problemi di salute, sottolineano i ricercatori. Altre complicazioni già legate alle sostanze chimiche sono alcuni tipi di cancro, sindrome metabolica e, nelle donne più giovani, pubertà precoce. «Molte di queste esposizioni chimiche non sono sotto il nostro controllo, perché sono nel suolo, nell’acqua e nell’aria. Ma possiamo educare noi stessi riguardo le esposizioni chimiche quotidiane diventando più consapevoli delle materie plastiche e altri prodotti per la casa che usiamo», conclude Cooper.