21 luglio 2019
Aggiornato 18:30
Il caso

La Sea Watch forza il blocco, Salvini: «Schiero la forza pubblica»

«Non si entra piuttosto schiero la forza pubblica». Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini in una diretta Facebook.

Video Agenzia Vista

ROMA - «L'autorizzazione allo sbarco non c'è, piuttosto schiero la forza pubblica». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, nella sua diretta Facebook sul caso della nave Sea Watch che è al largo di Lampedusa con un carico di migranti soccorsi nel Mediterraneo. A giudizio del leader leghista «la Sea Watch mette a rischio la vita di decine di immigrati per un giochino politico squallido e schifoso».

I confini di uno Stato sono sacri

«I confini di uno Stato - ha detto ancora il titolare del Viminale - sono sacri, le leggi dello Stato si rispettano, la Costituzione italiana parla di difesa dello Stato come dovere. Chi se ne frega ne risponde, chi sbaglia paga. E non dico solo quella sbruffoncella della comandante della nave, che fa politica sulla pelle degli immigrati. Esiste un governo a Berlino, in Olanda, esiste una Commissione europea?».