2 dicembre 2022
Aggiornato 01:00
Verso il Governo

Anche Ronzulli chiude il suo caso: «Centrodestra unito al Colle per Meloni Premier»

Il centrodestra affida direttamente a Licia Ronzulli il compito di anticipare le conclusioni dell'accordo Meloni-Berlusconi, o per meglio dire Fratelli d'Italia-Forza Italia perchè la frattura personale dirà solo il tempo come e quanto sarà superata

Silvio Berlusconi e Licia Ronzulli
Silvio Berlusconi e Licia Ronzulli Foto: Agenzia Fotogramma

«Il 'caso Ronzulli' non è mai esistito. E comunque non esiste più...». Il centrodestra affida direttamente a Licia Ronzulli il compito di anticipare le conclusioni dell'accordo Meloni-Berlusconi, o per meglio dire Fratelli d'Italia-Forza Italia perchè la frattura personale dirà solo il tempo come e quanto sarà superata, che ricuce la spaccatura parlamentare del centrodestra sull'elezione del numero due di Fratelli d'Italia Ignazio La Russa a presidente del Senato senza i voti di Forza Italia e spiana la strada dell'incarico alla prima donna premier della storia Repubblica che verrà certificato nel pomeriggio di oggi a via della Scrofa a Roma, sede di Fdi, da faccia a faccia e stretta di mano a favore di fotografi e telecamere fra Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi. Con Matteo Salvini appositamente rimasto a Roma nel fine settimana per sottolineare il suo ruolo di facilitatore e testimone dell'accordo che, numericamente almeno, apre da oggi le porte di palazzo Chigi a Giorgia Meloni.

«Io - ha messo nero su bianco a tarda sera in una nota Ronzulli, braccio destro in Parlamento di Berlusconi e destinata ora a guidare il gruppo di Forza Italia al Senato se si avrà certezza dei numeri e del superamento della resistenze di quei senatori azzurri - Elisabetta Casellati e Claudio Lotito in testa - che non vogliono averla come capo e che meditano di iscriversi direttamente al gruppo di Fratelli d'Italia - sono figlia di un Carabiniere, mio padre ha servito il Paese nell'Arma per tanti anni e mi ha insegnato che servire la Patria è il primo dovere di ogni cittadino e prima di tutto di chi ha responsabilità pubbliche».

«L'Italia ha bisogno di avere un governo al più presto, con una squadra di alto profilo, sostenuta da una coalizione di centro-destra unita, coesa e compatta, così come si è presentata agli italiani e così come ci hanno chiesto gli italiani». E «nella squadra di governo Forza Italia - ha affermato Ronzulli archiviando la possibilità di un disimpegno di Forza Italia dalla squadra targata Meloni - dovrà svolgere il ruolo importante, sul piano dei contenuti e degli assetti, che le è stato conferito dal consenso degli elettori"

«Nei prossimi giorni - è stato quindi l'annuncio finale di Ronzulli che chiude alla possibilità di una delegazione solitaria al Colle di Forza Italia, fatta circolare nei giorni scorsi da Arcore - il centrodestra si presenterà unito al Colle, per proporre al Presidente della Repubblica di conferire l'incarico all'onorevole Giorgia Meloni, che ha il diritto-dovere di guidare il paese per portarlo fuori dalla crisi».

«A dispetto delle ricostruzioni malevole - ha concluso Ronzulli - io ho sempre lavorato per questo, anche in occasione della votazione per il Presidente del Senato. Continuerò a farlo, da Senatrice della Repubblica o in qualunque ruolo il Presidente Berlusconi ritenesse di indicarmi».

(con fonte Askanews)