19 giugno 2021
Aggiornato 15:00
Centrodestra

Giorgia Meloni: «M5s imbarazzante, raschiano il fondo del barile pur di salvare Conte»

Il Presidente di Fratelli d'Italia: «Italiani sono stufi di questo governo di incapaci». Lollobrigida: «250mila firme per sfiduciare Conte». I Deputati di FdI: «Azzolina responsabile di debacle scuola»

Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d'Italia
Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d'Italia ANSA

«M5S sempre più imbarazzante. Pur di salvare Conte e il Governo (e le loro poltrone) stanno raschiando il fondo del barile con dichiarazioni fuori da ogni realtà. La verità è che gli italiani sono stufi di questo Governo di incapaci, che anche in piena crisi passa il tempo a litigare su poltrone e rimpasti. In queste ore tantissimi italiani hanno già firmato a sostegno della nostra proposta per una mozione di sfiducia nei confronti di Conte e del Governo». È quanto dichiara il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, rilanciando sulla sua pagina Facebook la petizione online avviata Fratelli d'Italia per sostenere la mozione di sfiducia al governo Conte.

Lollobrigida: «250mila firme per sfiduciare Conte»

«In soli tre giorni Fratelli d'Italia ha raccolto 250mila firme in sostegno della sua proposta di sfiducia al governo Conte. Gli italiani hanno chiaro il fallimento dell'esecutivo: vogliono stabilità, certezza e speranza. E solo libere elezioni possono dargli un governo che le assicuri». Lo ha detto al Tg2 il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida.

«Non c'è nessuna possibilità di stabilità e coesione tra forze politiche che si sono presentate agli elettori con programmi diversi e alternativi. Per questo sono incapaci di fare scelte sulla scuola, sulle vaccinazioni, sulle politiche di rilancio economico. Servono elezioni subito per ridare all'Italia stabilità».

FdI: «Azzolina responsabile di debacle scuola»

«Fratelli d'Italia ha più volte ribadito la necessità di riaprire la scuola in sicurezza ma è altrettanto evidente che da questo orecchio gli esponenti di governo non ci sentono. Presidi sanitari, termoscanner, dispositivi medici, frequenti sanificazioni, test rapidi e tecnostrutture: non è stato fatto nulla di questo. Per il ministro Azzolina l'attività didattica in presenza per il 50% della popolazione studentesca, risolverà il problema. È assurdo!». Lo affermano i deputati di Fratelli d'Italia Carmela Ella Bucalo e Paola Frassinetti, rispettivamente responsabile scuola del dipartimento istruzione di Fdi e vicepresidente della commissione Cultura.

«Oggi a tre giorni dalla riapertura, diversi presidenti di regione stanno predisponendo ordinanze per posticipare l'ingresso degli studenti. L'ennesimo schiaffo per un ministro giunto oramai al capolinea», concludono.

Ronzulli (FI): «Governo ha fallito su tutti i fronti»

«Il governo si prepara a un nuovo inasprimento delle restrizioni, dopo aver promesso e poi negato agli italiani un Natale meno rigido. Confidavamo nel nuovo anno, ma a questo punto è chiaro che le misure attuate per le festività abbiano solo tradito le aspettative dei cittadini e danneggiato ulteriormente l'economia senza far registrare miglioramenti dal punto di vista sanitario, visto che si preparano altre limitazioni. Siamo dinanzi a un fallimento su tutti i fronti di cui pagheremo un prezzo salatissimo anche dal punto di vista sociale». Così, in una nota, la vicepresidente del gruppo Forza Italia al Senato, Licia Ronzulli.

«Questo governo, anche in queste ore più intento a litigare e a spartirsi le poltrone che impegnato contro il Covid, ha dimostrato per l'ennesima volta di non essere in grado di gestire l'emergenza e lo dimostra ogni giorno di più. Ne prenda atto una volta per tutte», conclude.