7 dicembre 2019
Aggiornato 01:00

Pierluigi Bersani ai 5 Stelle: «Dovete decidere cosa volete fare da grandi»

L'ex Segretario del PD a Ballarò: «Se finiranno metà da una parte e metà dall'altra almeno avranno fatto chiarezza. Noi siamo l'unica forza di maggioranza a non rompere i cog...»

Pierluigi Bersani
Pierluigi Bersani ANSA

ROMA - «I 5 Stelle devono decidere cosa vogliono fare da grandi, non mi permetto di dare consigli, ma da osservatore credo che questa loro discussione subliminale» deve trovare il modo di venire fuori, il problema non si risolverà «finché non trovano il modo di guardarsi vis a vis, poi non lo chiamino congresso, lo chiamino Ugo». Lo ha detto Pierluigi Bersani a «Ballarò». E se finiranno metà da una parte e metà dall'altra «almeno avranno fatto chiarezza».

«Leu è l'unica forza di maggioranza a non rompere i cog...»

«Confermo, l'ho detto». Ma nell'esperienza di governo «è doveroso chiederci perché... Testardamente penso e pensiamo che questa azione di governo dia vita pian piano a una coalizione più convinta. Perché la destra è una coalizione - aggressiva, attrezzata - il resto sembra un'armata Brancaleone. Bisogna darsi una regolata e vedere se può venire fuori una coalizione di gente decisa a farlo». Lo dice Pierluigi Bersani, ospite di Ballarò.

«Per avere una coalizione convinta - aggiunge - è necessario che i contraenti - dunque Pd e sinistra da un lato e 5 Stelle dall'altro - facciano una cosa nuova che li porti ad essere e apparire non più esattamente quelli di prima, sennò la comunicabilità tra quei mondi non scatta».

Civati: «Cancellare subito Dl Sicurezza»

«Non bisogna più attendere, il governo è ormai insediato da due mesi e mezzo: deve cancellare i decreti Sicurezza. Sulla gestione dei flussi migratori e sulle politiche di accoglienza è attesa quella svolta annunciata fin dalla formazione dell'esecutivo. E c'è una ragione fondata per farlo: quei provvedimenti, voluti dall'allora ministro Salvini, sono dannosi. Stanno provocando conseguenze disastrose, che vanno riparate quanto prima, ripristinando subito il funzionamento degli Sprar». Lo dichiara Giuseppe Civati, fondatore di Possibile.

«Sui decreti di Salvini - aggiunge Civati - bisogna quindi accantonare qualsiasi timidezza. Non è sufficiente ritoccarli in qualche punto, conservando l'intero impianto normativo. Peraltro, la criminalizzazione delle Ong, con misure inconcepibili e punitive, è ancora più inaccettabile di fronte ai dati: lo studio realizzato per l'European University Institute conferma, come sosteniamo da tempo, che la presenza delle navi delle Ong non favorisce le partenze. Ma consente solo di salvare vite umane».