14 novembre 2019
Aggiornato 16:30

Luigi Di Maio: «Nessuna fronda, raccolta firme rafforza i gruppi parlamentari»

Il capo politico dei 5 Stelle: «È una procedura interna per modificare lo statuto del gruppo, è legittimo e rientra nelle dinamiche del gruppo parlamentare»

Il leader del MoVimento 5 Stelle, Luigi Di Maio
Il leader del MoVimento 5 Stelle, Luigi Di Maio ANSA

ROMA - «Nessuna fronda», si tratta di una «raccolta firme per rafforzare i gruppi» e «molte delle persone che hanno firmato mi hanno poi telefonato» per evitare ogni «equivoco». Lo ha detto il capo politico del Movimento Cinquestelle Luigi Di Maio in una intervista a Rainews 24 a proposito dell'iniziativa di alcuni esponenti 5stelle Toninelli, Morra e Giarrusso. Di Maio ha poi spiegato di aver «sentito il senatore che ha raccolto le firme, Dessì, e anche molti dei senatori che avevano firmato il documento: in realtà guardando il documento non si parla né del capo politico né della leadership del Movimento».

Di Maio: «Grande malinteso»

«È una procedura interna per modificare lo statuto del gruppo, è legittimo e rientra nelle dinamiche del gruppo parlamentare, ed è firmato da persone con cui lavoriamo ogni giorno. Credo che sia stato un grande malinteso» ha aggiunto. «Riguardo alle dichiarazioni di alcuni senatori - ha proseguito - dico che siamo in una forza politica in cui io ho ottenuto l'80% dei consensi come capo politico, non il 100% per fortuna, e dico anche che, nei prossimi mesi, la mia idea di ristrutturare il Movimento con il Team del futuro e i Facilitatori regionali sarà portata avanti e nei prossimi mesi avremo un'organizzazione del Movimento che prima non ha mai avuto».

Floridia: «Di Maio non in discussione»

«Spiace leggere alcune valutazioni su Luigi Di Maio che, ci tengo davvero a precisarlo, non rappresentano assolutamente il pensiero di tutti. Oggi abbiamo avuto una riunione, tutti hanno espresso la propria opinione e guai a non farlo. Il Movimento 5 Stelle è fatto da tante persone con tante sensibilità ma un unico faro comune: il bene dei cittadini. E con questo faro andremo avanti, come abbiamo sempre fatto, per approvare provvedimenti fondamentali. Ci aspettano il taglio dei parlamentari, misure per scongiurare l'aumento dell'Iva, investimenti sull'ambiente, il taglio del cuneo fiscale. Tutte misure che porteremo avanti insieme al nostro capo politico, senza se e senza ma. Il resto è normale dialettica parlamentare e civile, che, al di là di scatenare pruriti nella stampa, lascia il tempo che trova». Così, in una nota, la senatrice del Movimento 5 Stelle Barbara Floridia.