21 novembre 2019
Aggiornato 11:00

Boschi: «Complicato parlare di accordo con M5s per le regionali»

«Una cosa è un accordo di governo, altro un matrimonio politico». Nardella: «Non escludo accordi con 5 Stelle anche a livello locale»

Maria Elena Boschi
Maria Elena Boschi ANSA

ROMA - Se fosse Paolo Gentiloni ad essere indicato come nuovo commissarie Ue «sarà una scelta di qualità per l'Italia. Ci sono varie persone capaci e competenti che possono avere il profilo adatto, vedremo». Lo ha affermato Maria Elena Boschi (Pd), in una intervista al Messaggero. Alla domanda se ritenga possibile alleanze o patti di desistenza con i grillini per le prossime elezioni regionali, Boschi sostiene che «sembra molto complicato. Una cosa è un accordo di governo, altro un matrimonio politico. Non correrei troppo».

Nardella: «Non escludo accordi con 5 Stelle anche a livello locale»

«Non mi sento un tifoso ma un sostenitore convinto sì. Perchè consapevole del pericolo a cui andremmo incontro in caso di elezioni anticipate. Un pericolo non per la democrazia ma per l'economia del Paese». Lo afferma il sindaco di Firenze ed esponente del Pd Dario Nardella in una intervista a Repubblica sul nascente (forse) governo Pd-M5s. Nardella non «esclude» intese Pd-M5s anche a livello locale in vista delle Regionali.

«Andiamo a tappe»

«Renzi ha lanciato un'ottima idea e Zingaretti la sta sviluppando bene e in maniera ferma, preoccupandosi di salvaguardare la coerenza. Io ho fiducia in lui in questo momento», osserva . «Più il governo nuovo nascerà su un patto chiaro più sarà facile trarne vantaggio a livello locale. Andiamo per tappe. Prima una soluzione nazionale poi potremo parlare con tranquillità anche delle Regionali», conclude.