24 giugno 2019
Aggiornato 17:30
Europee 2019

Roberto Calderoli: «Saranno numeri importanti per Lega e maggioranza, con M5s sopra il 51%»

Il Senatore della Lega: «Exit polls europei? Solo sondaggi, ma scorretto diffonderli ora». Molinari: «Risultato storico»

Il Senatore della Lega, Roberto Calderoli
Il Senatore della Lega, Roberto Calderoli ( ANSA )

MILANO - «Non ho aspettative, attendo i risultati concreti, che saranno numeri importanti per la Lega». Roberto Calderoli è il primo esponente leghista che incontra i giornalisti nella sede di via Bellerio, dove il leader Matteo Salvini ancora non è arrivato. E si mostra ottimista per il risultato del partito, ma anche per quello della coalizione di governo: «Lega e Cinque Stelle supereranno ampiamente la maggioranza assoluta».

Sono elezioni europee

Sulla rilevanza del voto, Calderoli minimizza: «Sono elezioni europee, avranno impatto sull'Europa in un momento particolare, e certamente anche a livello interno, ma non sono la fiducia al governo». Stesso discorso per il rapporto con l'«amico» M5s: «Non ci sono amici nè nemici. Stiamo lavorando insieme, lavoreremo ancora di più dopo il voto». Saranno numeri che produrranno conseguenze o riflessioni sull'alleanza di governo: «Riflessioni? Diciamo pensieri... Ma pensieri loro, non miei», dice ridendo.

Solo exit polls

A livello europeo, con gli exit poll che danno per matematicamente impossibile una maggioranza con Ppe e destra, Calderoli osserva: «Sono solo exit polls, e mi sembra scorretto fare uscire exit polls mentre in altri Paesi si sta ancora votando».

Molinari: «Risultato storico»

«C'è un risultato in cui sicuramente la Lega farà il suo massimo risultato storico. Il dato storico è che la Lega diventa probabilmente il primo partito d'Italia». Lo ha detto il capogruppo della Lega alla Camera Riccardo Molinari, nello speciale di «Porta a porta» su Rai1.