15 ottobre 2019
Aggiornato 02:00

Giorgia Meloni: «Vogliamo liberare l'Italia dall'incompetenza del M5S»

Il Presidente di Fratelli d'Italia: «È possibile un governo senza il M5S soprattutto se Fratelli d'Italia riesce ad avere la crescita sufficiente. Perché la Lega va molto bene, ma da sola non basta per governare»

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni ANSA

ROMA - «L'Italia ha bisogno di un governo che si occupi dei suoi interessi e che non stia a litigare dalla mattina alla sera. Quello che ci interessa è costruire l'alternativa. Pensiamo che solo con un'affermazione importante di Fratelli d'Italia alle prossime europee, verso la costruzione di questo grande movimento al quale lavoriamo, si possa liberare l'Italia dall'incompetenza del M5S e ridare all'Italia un governo che possa difendere i suoi interessi». Lo ha detto il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, a Venezia a margine della conferenza stampa di annuncio dell'adesione a Fratelli d'Italia del consigliere regionale del Veneto, Massimo Giorgetti.

Meno tasse e burocrazia

«Stiamo crescendo molto, proprio nelle regioni del Nord, perché continuiamo a chiedere meno tasse e burocrazia e più investimenti pubblici. Dall'altra parte dell'Oceano Trump ha fatto una politica economica basata su shock fiscale e investimenti pubblici: sta funzionando. Qui purtroppo il Governo fa l'esatto contrario. Tra i più abbandonati dalle politiche dell'Esecutivo ci sono i produttori, gli imprenditori, i professionisti, coloro che creano lavoro e sanno che la strada non è l'assistenzialismo ma è mettere chi può assumere in condizione di farlo».

La Lega da sola non può governare

«Se è un appello alla Lega? Non faccio appelli, la Lega deve fare le sue valutazioni. È possibile un governo senza il M5S soprattutto se Fratelli d'Italia, movimento che nel centrodestra ha il più ampio margine di crescita, riesce ad avere la crescita sufficiente. Perché la Lega va molto bene, ma da sola non basta per governare. Serve un altro grande movimento che richiami a raccolta le tante persone deluse e disperse. Ci stiamo riuscendo e, se questo nostro obiettivo va in porto, le cose verranno da sé», ha aggiunto Meloni.

Orgogliosi che Massimo Giorgetti aderisca a FdI

«Noi abbiamo lanciato lo scorso settembre un appello a rifondare il centrodestra, a dare vita a un secondo grande movimento all'interno dell'area del centrodestra, che io definisco sovranista e conservatore, nel senso di difendere l'interesse nazionale italiano e i valori che hanno fondato la nostra civiltà. Stiamo ricevendo su tutto il territorio nazionale importantissime adesioni, particolarmente qui in Veneto dove oggi l'adesione di Massimo Giorgetti, cioè di una persona che sicuramente torna a casa per la sua storia ma che ha qui un enorme radicamento, una grande storia politica, una persona che ha avuto tante responsabilità e tante competenze, ancora oggi consigliere regionale, ed è per noi elemento di particolare orgoglio».

Difenderemo gli interessi di chi produce

«Ed è un po' il calcio d'inizio della seconda fase di Fratelli d'Italia qui in Veneto e affidiamo proprio a Massimo la responsabilità di cercare di avvicinare tanti altri mondi, tante altre realtà che guardano a noi con interesse - ha concluso Meloni -, che con noi vogliono difendere gli interessi di chi produce, dei mondi anche un po' abbandonati dalle politiche di questo governo e crediamo di poter fare un risultato davvero molto importante nelle prossime elezioni europee».