23 febbraio 2019
Aggiornato 07:30
Caso Diciotti

Matteo Renzi in versione Avvocato: «Ho letto le carte su Salvini, voterò sì ad autorizzazione»

L'ex Premier su Twitter: «Senza alcun pregiudizio ideologico». Zingaretti: «Salvini vuole impunità». Marcucci: «I 5 Stelle salveranno il Ministro dell'Interno»

L'ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi
L'ex Presidente del Consiglio, Matteo Renzi ANSA

ROMA - «Sono arrivate in Senato le carte del Tribunale dei Ministri nei confronti di Matteo Salvini. Dopo averle lette con attenzione e senza alcun pregiudizio ideologico, voterò a favore della richiesta di autorizzazione a procedere». Matteo Renzi voterà a favore dell’autorizzazione a procedere avanzata nei confronti di Matteo Salvini. Lo ha annunciato lo stesso ex presidente del consiglio con un post su twitter.

Zingaretti: Salvini vuole impunità

«Non ho mai creduto nella deriva giudiziaria, nelle scorciatoie dei processi che sostituiscono la politica. I due livelli siano sempre distinti». Cosi il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti. «Nell'autorizzazione a procedere a carico di Salvini i senatori per la loro decisione si atterranno alla lettura dei documenti che hanno ricevuto. Ma su questa vicenda - spiega - io penso tre cose: in primo luogo tutti devono essere uguali di fronte alla legge. Non ho mai creduto all'impunità per i potenti. In seconda battuta quando ci sono accuse ci si difende nei processi non dai processi. E questo, ripeto, vale per tutti. Terzo punto la difesa dell'interesse nazionale non c'entra nulla: in realtà il Ministro Salvini ha paura. Per la legge Severino, se venisse condannato, potrebbe essere costretto alle dimissioni. Mai nessuno può essere al di sopra della legge o pretendere l'impunità».

Marcucci: I 5 Stelle salveranno il Ministro

«Il M5S si appresta ad archiviare anche la battaglia contro l'immunità parlamentare, d'altra parte è già successo su tantissimi altri argomenti. Quando in Aula si tratterà di essere coerenti con quanto detto per anni, i senatori 5 stelle salveranno il capitano Salvini dal processo». Lo afferma il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci.

Fiano: Salvini dimentica il valore della vita umana

«In questa memoria difensiva pubblica del ministro Salvini non viene mai citato il valore del vita umana. Viene citata la difesa dei propri impegni elettorali e quella dei confini del paese, ma non quel valore supremo, per me perlomeno, per noi, della vita umana. Questo ci differenzia, al di là dei processi o del codice. E questo per me è tantissimo. La difesa di questo valore supremo mi viene dalla lezione della storia e non intendo farne a meno». Lo scrive in un post su Facebook il deputato dem Emanuele Fiano, membro della presidenza del Gruppo Pd.