7 dicembre 2019
Aggiornato 05:00

Matteo Salvini avverte le ONG: «Non sarò mai complice del traffico di uomini»

Lo ha scritto il Ministro dell'Interno su Twitter. Il vicepremier Di Maio: «Per fermare i flussi migratori occorre sanzionare paesi, come la Francia che non decolonizzano l'Africa»

Il Ministro dell'Interno, Matteo Salvini
Il Ministro dell'Interno, Matteo Salvini ANSA

ROMA - «Io non sono stato, non sono e non sarò mai complice dei trafficanti di esseri umani, che con i loro guadagni investono in armi e droga, e delle Ong che non rispettano regole e ordini». Così ha scritto su Twitter il ministro dell'Interno, Matteo Salvini. «Quanto a certi sindaci e governatori di PD e Sinistra - aggiunge - anziché denunciare la presunta violazione dei 'diritti dei clandestini', dovrebbero occuparsi del lavoro e del benessere dei loro cittadini, visto che sono gli italiani a pagare loro lo stipendio. Sbaglio?»

Di Maio: «L'Europa sanzioni chi non decolonizza l'Africa»

Per fermare i flussi migratori occorre sanzionare paesi, come la Francia che non decolonizzano l'Africa, perchè «il posto degli africani è l'Africa non in fondo al Mediterraneo». Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio da Avezzano parlando delle ultime tragedie nel Mediterraneo. «Se vogliamo continuare a parlare degli effetti continuiamo con la retorica dei morti in mare che ovviamente sono una tragedia e hanno tutto il mio cordoglio, ma dobbiamo parlare delle cause perchè se oggi c'è gente che parte e perchè alcuni paesi europei con in testa la Francia non hanno mai smesso di colonizzare l'Africa».

«La Ue dovrebbe sanzionare la Francia»

«Ci sono paesi africani in cui la Francia - ha spiegato Di Maio - stampa una propria moneta, il franco delle colonie e con quella moneta si finanzia il debito pubblico francese. Se la Francia non avesse le colonie africane sarebbe la 15esima forza economia mondiale. Invece è tra le prime grazie a quello che sta combinando in Africa. La Ue dovrebbe sanzionare la Francia e i paesi che come la Francia stanno impoverendo l'Africa e stanno facendo parire quelle persone perchè il luogo degli Africani è in Africa non in fondo al mediterraneo. Se vogliamo fermare le partenze cominciamo ad affrontare questo tema e l'Italia si deve far sentire». Per Di Maio occorre «sanzionare quei paesi che non decolonizzano l'Africa».