21 marzo 2019
Aggiornato 12:30
Governo Lega-M5s

Salvini: «Nei prossimi mesi non vedo pericoli per il governo»

Per il leader della Lega, nel suo primo Capodanno di governo, a manovra finalmente approvata, nulla può perturbarne il buonumore. Di Maio: «Mai parlato di rimpasto»

Luigi Di Maio, Giuseppe Conte e Matteo Salvini
Luigi Di Maio, Giuseppe Conte e Matteo Salvini ANSA

ROMA - «Non vedo pericoli per il governo nei prossimi mesi». Matteo Salvini è a Bormio con la figlia Mirta. E nel suo primo Capodanno di governo, a manovra finalmente approvata, nulla può perturbarne il buonumore. Neppure la questione delle autonomie. «Oggi ho sentito Zaia e Fontana, non mi pare fossero in ansia. Ci sono altri governatori che bussano per l'autonomia, e questo è un bene», spiega il vicepremier, ministro dell'Interno e leader della Lega in un'intervista al Corriere della Sera.

Lega vicina ai governatori e ai sindaci

Salvini ricorda che si sta lavorando «nei termini della Costituzione». «Il 15 gennaio tutti i ministri finiranno il loro compito, inclusi quelli dei 5 stelle», sottolinea. «Il 15 febbraio arriverà la proposta del governo e poi, dato che questo è un dialogo, ci saranno trattative regione per regione con Conte e il governo. È chiaro che la Lega è vicina ai governatori e ai sindaci: è la nostra ragione di esistenza. Ed è normale che tra i 5 Stelle ci sia qualcuno meno convinto. Ma l'importante, come nel contratto di governo, è il mettere la prima pietra».

Riforma della Giustizia

Sulla manovra, Salvini auspica che sia «l'ultima» «con una lunga e complicata trattativa con Bruxelles», mentre tra Autonomia e riforma della Giustizia, il ministro ritiene più complicata quest'ultima. «Sono decenni che se ne discute. La differenza positiva è che oggi sulla questione c'è meno ideologia. Non siamo più ai tempi di Berlusconi, non c'è più il muro contro muro», precisa Salvini.

Di Maio: Mai parlato di rimpasto

«Non abbiamo mai parlato di rimpasto, non abbiamo mai parlato di poltrone, questi mesi sono stati dei mesi molto importanti ma se dovessi rifare il governo domani mattina ripresenterei la stessa squadra». Lo ha dichiarato al tg1 Luigi Di Maio, vicepremier e leader del Movimento 5 stelle.